Ordine dei Veterinari di Enna e Sicilia: solidarietà al collega e sindaco di Villarosa Giuseppe Fasciana

L’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Enna e la Federazione Regionale degli Ordini Veterinari della Sicilia, a seguito del Consiglio tenutosi in data 12 luglio u.s. pongono crescente attenzione alle notizie diffuse dagli Organi di stampa e dai Social in merito ai ripetuti atti intimidatori perpetrati nei confronti del Sindaco e collega del Comune di Villarosa (En) Dr. Giuseppe Fasciana, già Presidente dell’Ordine nell’anno 2012 nonché stimato professionista ed imprenditore zootecnico, esprimendogli piena solidarietà e vicinanza per i dolorosi accadimenti.
Tali episodi, verificatisi nell’azienda zootecnica di famiglia del collega durante la campagna elettorale e subito dopo la sua elezione a primo cittadino di Villarosa evidenziano la preoccupazione dell’Ordine e della Federazione che gli scriventi si onorano di rappresentare, per il coinvolgimento di un suo iscritto operante quale rappresentante esponenziale, Pubblico Ufficiale e massima Autorità Sanitaria in seno ad un’Amministrazione Pubblica.
Nel condannare fermamente l’avvenuto e reiterato concretizzarsi di fattispecie criminose con ricorso a deprecabili strategie intimidatorie di tipico stampo mafioso, che hanno già visto coinvolti nel nostro territorio anche il Sindaco di Troina Dott. Fabio Venezia ed il Presidente del Parco dei Nebrodi Dott. Giuseppe Antoci, si ringraziano sin da subito la Prefettura, le Forze dell’Ordine e la Magistratura per il supporto che hanno fornito al nostro iscritto, confidando incondizionatamente nella loro opera di accertamento di responsabilità.
Ovviamente, quali Organi Ausiliare dello Stato, l’Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Enna unitamente agli altri otto Ordini Veterinari della Federazione Regionale della Sicilia esprimono, nei limiti delle competenze istituzionalmente riconosciutegli, piena disponibilità al fine di collaborare nell’individuazione di azioni risolutive che riverberino i loro effetti in favore della cittadinanza ed a garanzia della sicurezza nelle aziende zootecniche, a tutela del benessere animale e della salute pubblica dell’intero territorio regionale.
Non molto distanti temporalmente sono infatti gli ultimi incedi dolosi che hanno messo a dura prova le comunità dell’ennese, del messinese, del trapanese e del catanese, con il coinvolgimento di numerose aziende zootecniche nonchè del Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell’Ateneo di Messina; è anche dovere deontologico-istituzionale degli Ordini professionali difendere e tutelare la posizione dei colleghi che quotidianamente mettono a rischio la loro vita prestando onestamente e con dignitoso coraggio la propria opera attraverso la personale esposizione in rappresentanza delle Pubbliche Amministrazioni: a tutti loro va il nostro plauso ed incoraggiamento, chiedendone ufficialmente tutela ai Comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza, alla Commissione di vigilanza sul fenomeno della mafia in Sicilia e ed agli Enti preposti attraverso la convocazione di un tavolo di confronto aperto anche alle Organizzazioni Sindacali e di Categoria, nell’ambito del quale poter avanzare concrete proposte per prevenire eventuali fenomeni intimidatori e corruttivi e per migliorare l’efficacia della prevenzione nell’ambito delle emergenze non epidemiche.

Visite: 401

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI