ORANFRIZER IN TOSCANA CON DUE PATRIMONI DI SICILIA: L’ARANCIA ROSSA E I PUPI SICILIANI

ORANFRIZER IN TOSCANA CON DUE PATRIMONI DI SICILIA:

L’ARANCIA ROSSA E I PUPI SICILIANI

Quattro tappe e dieci giorni di eventi per le arance Oranfrizer e i Fratelli Napoli. Il connubio tra natura e cultura avverrà in un piccolo agrumeto tra alberi veri in cui sarà possibile scoprire l’arancia rossa frutto della Dieta Mediterranea e lo spettacolo dell’Opera dei Pupi patrimonio Unesco Orale e Immateriale dell’Umanità.

Oranfrizer dal 26 gennaio al 4 febbraio presenta la sua arancia rossa e la sua Sicilia in un agrumeto itinerante, Il Giardino delle Arance farà tappa in quattro grandi store di Unicoop Firenze a Empoli, Ponte a Greve, Sesto Fiorentino e Montevarchi.

Nato da una grande campagna educativa realizzata in collaborazione con Librì Progetti Educativi Il Giardino delle Arance ogni anno coinvolge migliaia di studenti in tutta Italia, l’agrumeto in miniatura creato quest’anno da Oranfrizer è a misura di bambini, le scuole e le famiglie potranno divertirsi con laboratori creativi, per scoprire la natura e le caratteristiche delle arance che in Sicilia, alle pendici del vulcano Etna diventano rosse. Giocare con gli agrumi è un modo vivace per far tesoro dei segreti di una sana e corretta alimentazione. Le arance rosse e gli agrumi di Sicilia saranno protagonisti di clip vulcaniche, flip book animati, paesaggi da colorare, storie da raccontare, giochi da tavolo e molto altro.

I bambini saranno immersi tra gli alberi veri che profumano d’arancia, la ricchezza e la biodiversità degli agrumi sarà esplorata con giochi di squadra, i bambini per riconoscere l’identità degli agrumi, uno ad uno, useranno tutti i sensi, e capiranno che la loro storia e la loro origine li accompagna dappertutto, è scritta sulle etichette alimentari che ci rivelano tutto dei frutti.

E le sorprese non finiscono qui! Quest’anno Il Giardino delle Arance ospiterà lo straordinario spettacolo dell’Opera dei Pupi dei Fratelli Napoli, nell’agrumeto di Oranfrizer arriveranno i celebri pupari catanesi per portare in scena Il Duello di Agricane e Orlando, nella contesa dell’amata Angelica i paladini sfoggeranno secolari, preziosissime e luccicanti armature, sarà trascinante il ritmo della loro danza di spade. Ispirato alla grande tradizione cavalleresca medievale, questo spettacolo con elementi narrativi inediti darà ai bambini l’opportunità di essere spettatori di una delle forme di teatro più singolari di tutto il patrimonio italiano e mediterraneo, tanto che l’UNESCO con motivazione ufficiale del 18 maggio 2001, ha riconosciuto “l’Opera dei Pupi” Capolavoro del Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità.

“Arance e pupi di Sicilia, insieme, rappresentano un patrimonio di natura e cultura incommensurabile – afferma Nello Alba, amministratore Unico di Oranfrizer – per raccontare le nostre arance di valore cerchiamo codici culturali di altrettanto alto valore. Abbiamo scelto di coltivare consapevolezza alimentare in modo non convenzionale, vogliamo incontrare le famiglie e le scuole, vogliamo che i bambini tornino a giocare con i fiori, con gli alberi e con i frutti in piccoli agrumeti. Siamo orgogliosi dei nostri agrumi di Sicilia e vogliamo continuare a valorizzarli, sono un vulcano di storia, cultura, sapore e salute, vantano l’Indicazione Geografica Protetta, sono frutti della Dieta Mediterranea che è patrimonio immateriale riconosciuto dall’Unesco. Con Il Giardino delle Arance e con l’Opera dei Pupi, anch’essa patrimonio Unesco, possiamo far portare a casa a tutti i bambini e agli adulti un’esperienza ricca, gustosa e indimenticabile proprio come la nostra arancia rossa”.

Dettagli sugli eventi

I laboratori didattici sono totalmente gratuiti e sono aperti al pubblico dalle ore 9,00 alle 12,30 e dalle ore 15,00 alle 19,00. I bambini nel mini agrumeto potranno approcciarsi a veri alberi di agrumi, ai frutti e a molti elementi che descrivono la natura in cui sbocciano le zagare e maturano gli agrumi siciliani. I partecipanti verranno coinvolti in giochi di squadra per scoprire la biodiversità degli agrumi di Sicilia che verranno esplorati attraverso tutti i sensi; verrà rivelata la storia, il nome e l’origine di tutti gli agrumi di cui si trova traccia sull’etichetta, basterà imparare a leggerla per riconoscerli uno ad uno; saranno attive delle proiezioni su uno schermo interattivo, brevi clip aiuteranno a conoscere tutta la filiera dell’arancia rossa; verranno raccontate fiabe a tema e potranno essere sfogliati dei flip book animati per conoscere le fasi fenologiche dello sviluppo dell’arancia.

Le scuole possono programmare la loro visita tramite prenotazione, compilando il form di registrazione e scegliendo la data e la sede dell’evento.

Seguono le date e le tappe delle attività.

· Coop Empoli: dal 26 al 30 gennaio 2018

VIA R.SANZIO, 199 – EMPOLI (FI)

· Coop Ponte a Greve: dal 26 al 30 gennaio 2018

VIUZZO DELLE CASE NUOVE, 9 – FIRENZE

· Coop Montevarchi: dal 31 gennaio al 4 febbraio 2018

VIA DELL’OLEANDRO, 37 – MONTEVARCHI (AR)

· Coop Sesto Fiorentino: dal 31 gennaio al 4 febbraio 2018

VIA PETROSA, 19 – SESTO FIORENTINO (FI)

Nel Giardino delle Arance di Oranfrizer, solo per quattro giornate andrà in scena “Il duello di Agricane e Orlando” a cura della Marionettistica Fratelli Napoli.

Gli spettacoli totalmente gratuiti sono aperti al pubblico. Le scuole possono programmare la loro partecipazione allo spettacolo tramite prenotazione, compilando il form di registrazione e scegliendo la data e la sede dell’evento.

Seguono le date, gli orari e alcune informazioni sull’Opera dei Pupi, sulla Compagnia Marionettistica dei Fratelli Napoli e sullo spettacolo.

· Coop di Empoli – 29 gennaio 2018 ore 9,00 – 11,00 – 17,00

VIA R.SANZIO, 199 – EMPOLI (FI)

· Coop di Ponte a Greve: il 30 gennaio 2018 ore 9,00 – 11,00 – 17,00

VIUZZO DELLE CASE NUOVE, 9 – FIRENZE

Coop di Montevarchi: il 31 gennaio 2018 ore 9,00 – 11,00 – 17,00

VIA DELL’OLEANDRO, 37 – MONTEVARCHI (AR)

· Coop di Sesto Fiorentino: il 31 gennaio 2018 ore 9,00 – 11,00 – 17,00

VIA PETROSA, 19 – SESTO FIORENTINO (FI)

Oranfrizer condurrà i bambini alla scoperta dell’arancia e della sua terra d’origine, la Sicilia. Questo piccolo e naturale contesto agrumetato, solo per quattro giorni, sarà impreziosito dall’Opera dei Pupi con un piccolo teatro in cui i celebri Fratelli Napoli metteranno in scena uno spettacolo straordinario “Il duello di Agricane e Orlando” introdotto da “Peppininu”, la maschera del teatro dei pupi di tradizione catanese. Il linguaggio e il contenuto dell’Opera dei Pupi è di alto valore culturale, è preservato e riconosciuto dall’Unesco, ed è adatto ed molto affascinante per bambini e adulti.

Il duello per amore di Angelica deve la sua origine letteraria a Matteo M. Boiardo raccontata nel capitolo XIX del I libro dell’ “Orlando Innamorato”. I pupari catanesi, mettendo in scena l’episodio, ne fecero una delle “serate” più belle della “Storia dei paladini di Francia”: in un cavalleresco duello di tre giorni e tre notti si confrontarono l’amore puro ed ingenuo di Orlando per Angelica e l’amore tramutato in odio del forte e generoso Gran Khan dei Tartari ricusato dalla principessa indiana. L’episodio si presta ed è stato utilizzato dalla Marionettistica Fratelli Napoli come ideale cornice per proporre ad un pubblico non iniziato tutti gli aspetti più significativi del teatro dei pupi di tradizione catanese. Innanzitutto la metafora di fondo che il teatro dei pupi proponeva al suo pubblico: l’eterna lotta del bene rappresentato dai paladini, contro il male, che si incarna di volta in volta nel perfido traditore Gano di Magonza, in furfanti di strada travestiti da eremiti, nei saraceni cattivi, nei giganti, nei draghi. Poi la proposta di tutti gli ingredienti spettacolari che costituiscono il fascino dell’Opera dei Pupi: le armature luccicanti, la ricchezza dei costumi, le scene con le loro fughe prospettiche, i combattimenti con il ritmo trascinante di una danza delle spade, il sangue che scorre sulle armature. Infine la riflessione critica dell’uomo comune sui problemi dell’esistenza mediata dalla bonomia, dall’arguzia, dalla comicità di “Peppininu”, la maschera del teatro dei pupi di tradizione catanese, capitato non si sa come in Francia al servizio dei Paladini che egli segue nelle loro avventure.

Grazie in anticipo alle testate e ai giornalisti che potranno dare diffusione a queste notizie utili ad ampliare la conoscenza degli eventi e favorire la partecipazione di tutte le scuole interessate al progetto di eduntainment.

Visite: 161

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI