Occupazione: perdono il lavoro i 16 operatori del Cup dell’Asp di Enna

Da stamattina non sono più in servizio I 16 operatori del Cup dell’Asp di Enna dislocati in diversi siti dell’azienda in tutto il territorio provinciale. Infatti l’Asp non ha riconfermato il servizio alla società che lo ha avuto in appalto ed optando pare per farlo svolgere da personale interno. Sta di fatto che questa mattina presso gli sportelli dell’Azienda dove si effettuano le prenotazioni per le prestazioni sanitarie c’era una lunga fila di persone. A difesa dei diritti dei lavoratori che ad oggi hanno perso il lavoro la Cisl attraverso il segretario provinciale di categoria Marco Ferro

Vertenza lavoratori servizio CUP di Enna per licenziamenti – Richesta d’intervento da parte di Cgil, e Cisl alla Prefettura

Le scriventi OO.SS. in rappresentanza dei lavoratori dipendenti dall’azienda GPI SPA, appaltatrice del
servizio CUP dell’ASP di Enna, con la presente intendono portare all’attenzione di Sua Eccellenza il Prefetto la
delicatissima problematica che stiamo affrontando in questi giorni.
Sabato, 27 gennaio ’18, i 16 lavoratori in servizio in tutta la provincia di Enna verranno licenziati per scadenza
dell’appalto senza alcuna possibilità di essere riassorbiti da altra azienda privata in quanto, per effetto di una delibera
assessoriale Regionale, il servizio CUP dovrebbe essere gestito direttamente dall’ASP di Enna.
Negli anni le aziende che si sono susseguite hanno cercato di rendere il servizio sempre più complesso ma allo
stesso tempo efficace utilizzando particolari software che, insieme al personale impiegato e formato ad hoc, sono state
in grado di rendere un servizio all’altezza della richiesta.
Per tali motivi chiediamo a Sua Eccellenza la possibilità di intervenire in questa difficile situazione che oltre a
generare la perdita di diversi posti di lavoro potrebbe creare anche qualche problema di ordine pubblico (ci auguriamo
di no) considerata l’altissima fruizione del servizio di prenotazione e call center.
Considerato il pochissimo tempo che rimane a disposizione chiediamo un intervento teso ad ottenere una
proroga dell’appalto al fine di poter concertare tutte le attività necessarie a tutela dei suddetti posti di lavoro.

Visite: 2154

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI