Nissoria, Pd critica svolta “Leghista” del sindaco Armando Glorioso

Paradossale che il sindaco di un piccolo paese del Sud che conta migliaia di suoi concittadini emigrati, aderisca ad un movimento che ha alla base del suo programma la lotta alle popolazioni meridionali ed agli immigrati. E’ il commento che arriva dai vertici locali del Pd di Nissoria la cui segretaria di sezione è Rosalia Manno, alla notizia che il sindaco del centro dell’ennese Armando Glorioso alcuni giorni fa abbia annunciato la sua adesione al movimento leghista “Noi con Salvini”. Sarà stata una adesione dai contenuti provocatori, ma sta di fatto che la notizia ha fatto andare su tutte le furie i rappresentanti del partito di Renzi. “Nello squallore dell’attuale clima politico generale che un piccolo amministratore locale cambi casacca sarebbe una notizia irrilevante – cita la nota diramata dalla locale sezione del Pd – se non fosse che il “trasferimento” va verso l’adesione alla Lega Nord e quindi per i contenuti del suo programma politico questo cambiamento ha un valore etico che va sottolineato”. Per i dirigenti locali del Pd sposare ideologie di questo genere significa porsi contro la storia ed il processo di globalizzazione in atto ma sopratutto contro ogni principio di convivenza civile e di solidarietà umana che ha da sempre caratterizzato le comunità meridionali. “Chi dice di essere cattolico e credente – conclude la nota – non può ignorare il principio evangelico che Papa Francesco non si stanca mai di ricordarci ovvero “Ama il prossimo tuo come te stesso”.

Visite: 535

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI