Nell’ambito dell’iniziativa di BCsicilia 30 Libri in 30 Giorni si presenta a Gangi il volume “Braccianti e contadini in Sicilia contro il fascismo”

Nell’ambito dell’iniziativa di BCsicilia 30 Libri in 30 Giorni si presenta a Gangi il volume “Braccianti e contadini in Sicilia contro il fascismo”

Nell’ambito dell’iniziativa “30 Libri in 30 Giorni” si presenta mercoledì 18 Aprile 2018 alle ore 17,30, presso la Sala Polifunzionale, in Piazzetta Vitale a Gangi, il volume di Michelangelo Ingrassia: “Braccianti e contadini in Sicilia contro il fascismo”. La manifestazione è promossa da BCsicilia, l’Associazione che si occupa di salvaguardia e valorizzazione dei beni culturali e ambientali, in collaborazione con l’Accademia degli Industriosi e il patrocinio del Comune di Gangi. Dopo i saluti di Francesco Migliazzo, Sindaco di Gangi e Giuseppe Ferrarello, Vice Sindaco di Gangi, l’introduzione di Salvatore Farinella, Presidente Accademia degli Industriosi, e di Alfonso Lo Cascio, Presidente regionale di BCsicilia, è previsto l’intervento di Francesca Lo Nigro, Dirigente scolastica e di Carmelo Botta, Docente di Filosofia e Storia. All’incontro sarà presente l’autore. Per informazioni: Email: segreteria@bcsicilia.it – Tel. 346.8241076 – Fb: BCsicilia – Tw: BCsicilia.
Il libro: Seguendo il lungo tracciato delle lotte agrarie e contadine in Sicilia sembrerebbe che il cammino dei lavoratori della terra siciliani si sia interrotto alla fine del primo dopoguerra per essere poi ripreso alla fine del secondo dopoguerra; invece pure sotto il regime fascista la Sicilia dei braccianti e dei contadini continuò il proprio cammino di lotte e di cospirazioni più o meno intense e più o meno spontanee, represse dal regime con la persecuzione. Tra gli interessi di classe e l’antifascismo fu quest’ultimo a prevalere nei braccianti e contadini che si sacrificarono nella battaglia. Potrà sembrare politicamente poco incisiva la lotta dei braccianti e dei contadini siciliani contro il fascismo ma questa storia fino a ieri smarrita, mostra certamente una potenza etica, un’audacia morale e una forza di volontà non indifferenti. Non è poco se si riflette sulle divisioni e sulle carenze etiche, morali, eroiche in cui si dibattono le forze del lavoro nel nostro tempo.
L’autore: Michelangelo Ingrassia è docente a contratto di Storia dell’età contemporanea presso la facoltà di Scienze della formazione dell’Università di Palermo. Dal 2000 al 2007 ha insegnato Storia delle Dottrine Politiche nell’Istituto Superiore di Giornalismo di Palermo. Collabora con diversi quotidiani, mensili e riviste scientifiche. Ha pubblicato numerosi articoli e saggi di storia locale, storia del pensiero politico, storia risorgimentale e contemporanea. Inoltre ha pubblicato L’idea di fascismo in Arnaldo Mussolini (1998), La rivolta della Gancia. Il racconto dell’insurrezione palermitana del 4 aprile 1860 (2006), La sinistra nazionalsocialista, una mancata alternativa a Hitler”(2011), Lotta di classe e utopia socialista nel giovane Mussolini (2014), Il colpo di Stato del 1945. La caduta del governo Parri e l’autunno della Resistenza (2015).

Visite: 209

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI