Movimento Sicilia Nazione su trivellazioni nell’isola

Trivelle: Sicilia Nazione pubblica sul proprio sito i nomi, le foto e le
mail dei parlamentari regionali che hanno votato No al referendum.

Palermo – “Crocetta e il Pd quasi al completo hanno tradito i
siciliani, schierandosi dalla parte di chi vuole impedire alla gente di
decidere. Hanno consegnato alla speculazione la nostra terra e il nostro
mare, senza peraltro alcun rientro economico per la Sicilia. E’ giusto
che tutti sappiano chi sono questi parlamentari, che si conoscano, i
loro nomi, le loro facce e le loro mail”. Lo dichiara Sicilia Nazione
che sul proprio sito all’indirizzo:
http://www.sicilianazione.eu/lars-non-vota-il-referendum-sulle-trivelle-traditori-della-sicilia/
ha pubblicato i nomi, le foto e le mail dei parlamentari che, nella
seduta di ieri dell’Ars hanno espresso un voto contrario o di
astensione, rispetto alla proposta di referendum sulle trivellazioni
nell’isola. “Solo 38 deputati si sono schierati per il referendum. Ne
occorrevano 46. Ne sarebbero bastati altri 8 a favore e la Sicilia non
avrebbe vissuto questa ennesima mortificazione; in 16 hanno votato
contro, due si sono astenuti e 34 erano assenti – prosegue Sicilia
Nazione – E’ una tripla vergogna. La prima perché l’Ars non si è unita
alle Regioni che hanno indetto il referendum. La seconda perché è stato
un voto che ha determinato solo umiliazione per la Sicilia, dato che
occorreva il voto positivo di 5 Consigli regionali e hanno già
deliberato positivamente la Basilicata, le Marche, il Molise, la Puglia
e la Sardegna e quindi il referendum si terrà lo stesso. La terza perché
le norme da sottoporre a referendum violano lo Statuto e le competenze
della Sicilia e quindi l’Ars avrebbe dovuto chiederne l’abrogazione
all’unanimità”. Il movimento indipendentista ha pubblicato anche le mail
di questi deputati regionali, “in modo che ogni siciliano possa
esprimere loro tutta la rabbia e la condanna per l’ingiustificabile
comportamento”. “Questi personaggi – conclude Sicilia Nazione – non
dovranno mai più ricoprire incarichi parlamentari. Quanto agli assenti
che pure hanno contribuito ad affossare il referendum pubblico abbiamo
pubblicato solo i nomi, in attesa che spieghino le ragioni della loro
mancanza”.

Visite: 402

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI