Movimento Sicilia Nazione su Esercizio Provvisorio

Regione: Sicilia Nazione, “Ars ha votato esercizio provvisorio
antitetico a norme di contabilità pubblica. I deputati regionali
raccolgano le firme per sfiduciare l’assessore all’Economia Baccei”.

“L’esercizio provvisorio votato dal Parlamento regionale, è in contrasto
con le nuove norme di contabilità pubblica. Sono in discussione anche le
spese obbligatorie”. Lo sostiene Sicilia Nazione che denuncia: “Secondo
il Dlgs 118 del 2011, recepito integralmente dall’Ars nei mesi scorsi,
per il 2016 l’esercizio provvisorio si deve svolgere sulla base delle
previsioni di entrata e di spesa dell’ultimo bilancio di previsione
approvato. Ma questo bilancio è stato impugnato dal governo nazionale e
allora l’assessore all’Economia Baccei ha adottato un escamotage in
contrasto con le norme di contabilità pubbliche vigenti anche in
Sicilia: chiedere all’Ars di approvare un esercizio provvisorio riferito
alle previsioni di entrata e di spesa contenute nella proposta di
bilancio approvata dalla Giunta regionale il 21 dicembre 2015”. Secondo
il movimento indipendentista, “il papocchio è ormai inestricabile e
nessun deputato regionale, tantomeno i componenti della Commissione
Bilancio dell’Ars, si sono accorti della questione, tanto da approvare
un esercizio provvisorio che non rispetta né la ratio, né i dettati
delle norme di contabilità pubblica”. “Il governo regionale – aggiunge
Sicilia Nazione – in cambio di briciole, ha rinunciato nel 2014 a
contenziosi con lo Stato per milioni di euro e non ha difeso le
prerogative autonomistiche in materia di bilancio, chiedendo il
recepimento unilaterale, immediato e unilaterale della normativa
nazionale. Questo stratagemma è stato architettato per consentire
all’esecutivo siciliano di spendere più risorse di quelle disponibili,
creando ulteriore deficit”. Per Sicilia Nazione, “grazie a questi
espedienti sono in discussione anche le spese obbligatorie. Il primo
responsabile è l’assessore Baccei che aveva garantito che non si sarebbe
fatto ricorso all’esercizio provvisorio e invece ne ha proposto uno
difforme dalle leggi sulla contabilità pubblica”. “I deputati regionali
avviino la raccolta di firme per presentare una mozione di sfiducia
individuale all’assessore all’Economia – conclude Sicilia Nazione – per
mancato rispetto dell’equilibrio economico e finanziario e mancata
attuazione delle normative sulla contabilità pubblica”.

Visite: 338

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI