Movimento Sicilia Nazione su Accordo Renzi-Crocetta

Politica: Sicilia Nazione, “Altro ricorso vinto alla Corte
Costituzionale e reso inutile dall’accordo Crocetta- Renzi. Persi
centinaia di milioni di euro”.

Palermo – “La sentenza di ieri della Corte Costituzionale conferma
quanto Crocetta e Renzi siano una calamità naturale per la Sicilia.
Grazie all’accordo fra i due, ieri è stata sancita la perdita di altri
milioni di euro sottratti all’isola”. Lo dichiara Gaetano Armao,
coordinatore nazionale di Sicilia Nazione, commentando la decisione
della Corte Costituzionale di ieri, con cui è stata stabilito che le
entrate provenienti dalla lotta all’evasione fiscale, in quanto proventi
di tributi devoluti alla Regione siciliana, devono restare alla Regione
e non possono essere incamerati dallo Stato.
“Ancora una volta la Corte Costituzionale ha dato ragione alla Sicilia –
continua Armao – e ancora una volta questo si rivela inutile grazie
all’accordo fra Crocetta e Renzi sulla rinuncia ai ricorsi contro lo
Stato e agli effetti di quelli già presentati.Centinaia di milioni
restano alle casse del governo italiano, nonostante le sentenze della
Corte Costituzionale. L’accordo del luglio 2014, realizzato senza alcuna
effettiva contropartita, li fa perdere per sempre”. Secondo Gaetano
Armao, “questo furto è stato ratificato da tutti quei deputati regionali
che, votando il bilancio, hanno approvato anche quell’accordo”. “Tutti
questi parlamentari regionali – prosegue Armao – vanno annoverati come
traditori della propria terra. Insieme con loro, l’inviato di Renzi, il
toscano assessore all’Economia, Alessandro Baccei, che appena poche
settimane fa ha dichiarato pubblicamente che l’accordo non ha fatto
perdere niente alla Sicilia. Balla clamorosa smentita dai fatti”.
Sicilia Nazione già negli anni scorsi, in solitudine aveva denunciato i
danni causati dall’accordo del 2014 e aveva svelato la cancellazione,
inserita nel bilancio attualmente in discussione, di ogni credito che la
Sicilia vanta nei confronti dello Stato italiano.

Visite: 362

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI