Movimento Sicilia Nazione, petizione di 5 mila firme per dimissioni Crocetta

Regione: Sicilia Nazione insieme a Fns e a Figuccia, consegna le 5 mila
della petizione ‘Crocetta dimettiti’.

Palermo – Stamattina una delegazione di attivisti di Sicilia Nazione,
guidata dal portavoce nazionale Rino Piscitello, si è presentata al
portone di Palazzo D’Orleans per consegnare il plico contenente le oltre
5.000 firme raccolte in rete sul sito change.org per per chiedere le
dimissioni del presidente, Rosario Crocetta. Della delegazione hanno
fatto parte anche militanti del Fronte Nazionale Siciliano, storico
movimento indipendentista, e si è unito anche il deputato regionale
Vincenzo Figuccia che in più occasioni ha condiviso l’impegno di Sicilia
Nazione.
“Quello di Crocetta – ha detto Figuccia – oltre che essersi dimostrato
totalmente inadeguato, è stato anche il governo che più di tutti nella
storia della Regione Siciliana ha umiliato e svenduto l’Autonomia
statutaria.” “Siamo qui perché condividiamo l’impegno di Sicilia Nazione
– ha dichiarato Francesco Perspicace, segretario nazionale del FNS – per
arrivare alle dimissioni di Crocetta che si è rivelato un nemico
dell’Autonomia e un vero e proprio disastro per la Sicilia”.
“Il governo che promise la rivoluzione – ha detto Rino Piscitello – ha
portato alla Sicilia un arretramento senza precedenti. La vecchia
politica ha ripreso centralità e tutte le consorterie e i gruppi di
pressione hanno i loro referenti dentro la maggioranza. Il cerchio
magico del quale si è attorniato Crocetta ha rappresentato e continua a
rappresentare un elemento di forte imbarazzo per l’intera Sicilia. Il
governo autodefinitosi della legalità è diventato rappresentante e
copertura di interessi economici e imprenditoriali discutibilissimi e ai
confini della legalità stessa. Crocetta si è dimostrato incapace,
superficiale e subalterno agli interessi renziani arrivando persino a
farsi commissariare da assessori al bilancio inviati con pieni poteri
dal governo nazionale. Il colpo inferto alle prerogative costituzionali
dell’isola è stato pesantissimo”.
“Il presidente eletto da un estrema minoranza degli elettori siciliani
ha perso la maggioranza di quello stesso ridottissimo consenso – ha
concluso Rino Piscitello – e le firme che oggiAggiungi un appuntamento per oggi consegniamo ne sono una
piena testimonianza. I siciliani chiedono di tornare alle urne per
scegliere un nuovo presidente. Sicilia Nazione continuerà a chiederlo a
gran voce.”

Visite: 395

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI