Movimento Enna Attiva su presunti ritardi Asp per rinnovo protesi

: Rinnovo protesi Asp di Enna: Attese lunghe e inesattezze burocratiche.
Nuovo caso di sospetta mala-burocrazia presso l’ASP di Enna.
L’ente è al centro di un problema rilevante sulle tematiche dei disabili e dei relativi rinnovi per le
protesi.
Questa volta non è un caso di malasanità bensì di mala-burocrazia patologia frequente nel nostro Bel
Paese e soprattutto in Sicilia.
Presso l’Asp di Enna dove si sono registrate delle inesattezze e negligenze in ambito amministrativo a
carico dei disabili.
Il malcapitato disabile che si reca presso l ‘Asp di Enna per il rinnovo si è trovato di fronte all’ipotesi di
un fantomatico “Regolamento interno”(inesistente, non vi è traccia!).
Gli apparati amministrativi per giustificare il dilungamento ingiustificato dei tempi di attesa per il
rinnovo di protesi hanno dato vita a questo ingegnoso regolamento così da prolungare il doppio i
tempi per le concessioni e rinnovi.
Tempi che siano adeguati e accettabili, cosa che invece non si è registrato nell’ultimo periodo.
Le normali criticità che possono verificarsi in tale ambito sono generalmente di ordine burocratico
(documentazione per effettuare la richiesta, tempi di richiesta, problemi nel rinnovo delle autorizzazioni
o nella richiesta di sostituzione), a proposito dei tempi di erogazione, della qualità dei prodotti e del loro
costo.
La politica sanitaria di questi anni ha cercato di affidare ai servizi territoriali uno spazio ed una
responsabilità sempre maggiore nell’erogazione dei servizi ai cittadini, eppure il quadro che emerge
appare disomogeneo ed a tratti allarmante. Premesso che, a seguito dei tagli alla Sanità Siciliana, i primi
disagi sono stati arrecati ai più deboli, i tagli alla spesa sociale contribuiscono certamente ad acuire le
criticità e gli squilibri territoriali nell’erogazione dei servizi assistenziali, sanitari e protesici.
I tagli alla sanità avrebbero dovuto dare vita al c.d. “risparmio economico” invece ha sortito soltanto
disagi e gravissime forme di discriminazione tra gli invalidi/disabili da una provincia all’altra.
Punti nodali della situazione ennese sono : Attese lunghe e inesattezze burocratiche.
Si rammenta che l’assistenza protesica è garantita dal servizio sanitario ai cittadini disabili e si prefigge,
attraverso l’erogazione di protesi ed ausili, di concorrere al miglioramento delle loro condizioni di vita e
di salute.
Le ASP Siciliane non si sono uniformate in termini di burocrazia. Speriamo che l’ASP ennese lo faccia.
Ed è per questo che ci appelliamo alla Dirigenza e a tutti i preposti e li invitiamo ad un maggiore e
proficuo impegno per rendere più celeri i tempi di consegna delle protesi ai disabili, affinché possano
usufruire di tutti i benefici a loro concessi dalla norma. Ne va della loro salute.
Il Meetup
#ennAttiva – Amici di Beppe Grillo

Visite: 132

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI