Motoraduno Henna Centauri; un successo a 360 gradi

Un modo intelligente di fare sport, attività sociale, e di promuovere il territorio e con un simpatico fuori programma all’insegna dei “fiori d’arancio. E’ stata l’edizione di quest’anno del Motoraduno Henna Centauri organizzato dall’omonimo Motoclub del presidente Mario Tamburella e che tra sabato e domenica scorsa ha fatto arrivare oltre 500 centauri da tutta la Sicilia e non solo alla scoperta delle bellezze della città. Infatti oltre alla tradizionale passeggiata in moto della domenica, sono stati abbinati tanti altri appuntamenti che tra l’altro hanno richiamato, grazie alla collaborazione con il Camper Club Enna del presidente Luigi Scavuzzo, una trentina di camper che hanno stazionato tra sabato e domenica sul piazzale antistante la tribuna dell’autodromo e goduto anche di tutti gli intrattenimenti musicali e di cabaret organizzati nella serata di sabato dal Motoclub. Ma non sono stati pochi i motociclisti che hanno anche pernottato a Enna nella serata del sabato. E sempre nel pomeriggio di sabato grazie anche alla sinergia con la Pro Loco Proserpina, i bikers hanno avuto anche l’opportunità di visitare il castello di Lombardia. Il raduno Henna Centauri ha anche delle peculiarità sociali. E difatti sempre nel pomeriggio di sabato si è tenuto un incontro tra gli ospiti provenienti da tutta la Sicilia e i soci dell’Associazione Baca, organizzazione nata negli Stati Uniti di motociclisti che si occupa di iniziative per combattere i fenomeni di violenza sia fisica che mentale verso i bambini e che ha la propria sede regionale a Calascibetta. Domenica invece in piazza Umberto a Enna alta dopo uno spettacolo, anche la cerimonia della preghiera del motociclista e la benedizione dei caschi da parte del parroco Don Giuseppe Rugolo. Infine tutti a pranzo all’interno dell’autodromo di Pergusa dove la giornata si è chiusa con la piacevole sorpresa della richiesta di matrimonio davanti centinaia di motociclisti da parte dello stesso presidente della Henna Centauri Mario Tamburella alla sua fidanzata Annalisa. “Siamo molto soddisfatti per la riuscita dell’evento ormai giunto alla sesta edizione – ha detto lo stesso Tamburella – e malgrado la crisi economica che non aiuta siamo riusciti a mettere insieme numeri importati. Abbiamo avuto presenze da ogni angolo dell’isola e riteniamo che anche quest’anno abbiamo contribuito a far conoscere la nostra città in tutta la Sicilia”.

Visite: 424

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI