Mobilità: Askoll lo scooter elettrico Made in Italy ecologico

Un’azienda di Vicenza che conta 11 stabilimenti in tutto il mondo, con 200 progettisti e una forza lavoro di 2500 impiegati, ha pensato e realizzato uno scooter ad alimentazione elettrica, che promette di essere la soluzione per muoversi in città e per salvaguardare l’ambiente, con costi davvero molto convenienti, sia per la manutenzione che per le tasse di circolazione.
Il nome dello scooter è Askoll eS1 e il brand è stato appositamente creato proprio per la produzione di mezzi di locomozione ad alimentazione eco sostenibile.
L’Askoll, infatti, nasce come un’azienda che produce elettrodomestici ma, a seguito della crisi e dell’alta concorrenza da parte dei mercati asiatici, ha allargato la sua produzione anche in questo campo che si sta rivelando pieno di sorprese e di opportunità di risparmio per i clienti.
La produzione di questo scooter, affiancato anche a una bicicletta elettrica e prossimamente anche a una city car, sarà motivo dell’apertura di più di 100 punti vendita a marchio esclusivo in altrettante località italiane, con un’inclusione occupazionale che prevede l’assunzione di circa un migliaio di persone e in investimenti di 60 milioni di euro.

I costi dello scooter Askoll eS1


Lo scooter ecologico promette buone prospettive di risparmio. Grazie agli incentivi del governo in fatto di mezzi ecologici, i costi della tassa di possesso sono gratuiti per i primi 5 anni mentre dopo il 5° anno costa soltanto 5 euro.
Anche l’assicurazione è decurtata del 50% rispetto ai prezzi correnti delle polizze per gli scooter a carburante. Se prevedete di usarlo soltanto pochi mesi all’anno, magari in estate,
potete anche pensare di stipulare un’ assicurazione temporanea al vostro scooter, una soluzione che permette di risparmiare molto.
Il costo del mezzo è di 2690 euro e la manutenzione ordinaria si attesta intorno ai 30 euro all’anno.
Per ricaricare le batterie, che pesano circa 8 kg (meno di una cassa di bottiglie d’acqua da 2 l), si spendono in media 30 cent, se si considera il costo di kW/h (0.15 cent) in fascia 3, la meno cara, che di solito è quella notturna.

Le caratteristiche tecniche


Tutte le fasi di costruzione dello scooter sono realizzate in Italia: dalla progettazione, alla costruzione delle parti motorizzate fino al design e alle batterie.
Il design dello scooter è essenziale. E’ provvisto di un faro alogeno, una sella molto ampia con piccolo porta oggetti al di sotto della quale c’è il vano che contiene le due batterie.
Si possono ricaricare inserendo la spina nelle prese di casa, sia direttamente dallo scooter che togliendole dallo stesso vano.
Ogni ricarica ha un ciclo di 3 ore e garantisce un’autonomia di circa 100 km.
Le batterie sfruttano la tecnologia agli ioni di litio quindi, per ricaricarle, non è necessario che siano completamente scariche e, anche nel caso in cui la ricarica non sia completa, lo scooter può essere usato tranquillamente.
Raggiunge una velocità massima di 45 km orari ed è quindi un mezzo comodo e leggero (pesa solo 78 kg) per muoversi in libertà e ovviamente senza grosse pretese per quanto riguarda le prestazioni.
La guida è molto comoda e garantita da ruote alte (16 pollici), ideali per le strade di città anche con buche, perché attutiscono i colpi senza che ne risenta la traiettoria.
Il design è molto “minimal” con parti in plastica molto ridotte che possono essere in 6 colori tra cui il rosso, il viola, il bianco, il giallo.
Il telaio ha una forma tubolare ed è in acciaio mentre la forcella davanti è di tipo telescopico.
Gli ammortizzatori sfruttano la tecnologia idraulica e i freni anteriori montano un disco da 190 mm, a differenza di quelli anteriori che invece ne montano uno da 140 mm. L’altezza da terra della sella è dei 760 mm.
Il motore elettrico che permette allo scooter di arrivare a una velocità consona per il traffico o i percorsi brevi, ha una potenza di 1500 W.
Anche il propulsore è stato realizzato da menti italiane.
Lo scooter Askoll eS1 permette anche di entrare nelle zone metropolitane a traffico limitato e, se volete provarlo, potete recarvi nei negozi già aperti nella più grandi città come Roma, Vicenza, Firenze, Pisa, Bologna, Verona, Mantova, Bergamo, Boves (provincia di Cuneo), Padova e Lucca.

Visite: 465

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI