Manifestano gli infermieri di tutta la Sicilia

Grave condizione professionale e lavorativa nell’ambito dell’erogazione dell’assistenza sanitaria; mancata proroga e stabilizzazione del personale di assistenza e di supporto; sottostima dei parametri per la determinazione delle dotazioni organiche; gravissima carenza di organico che, nel periodo estivo, non garantirà la continuità assistenziale aumentando il rischio clinico e causando nocumento agli utenti.

Per queste delicate e importanti ragioni, il coordinamento regionale IPASVI della Sicilia ha indetto un sit-in, con manifestazione di protesta ed assemblea, in Piazza Ziino a Palermo sede dell’assessorato alla salute. L’appuntamento è per mercoledì 3 giugno dalle ore 11,00 alle ore 14,00. L’Ipasvi invita a partecipare non soltanto gli infermieri ma anche medici, ostetriche, fisioterapisti, tecnici sanitari, associazioni e semplici citadini.

Per organizzare la manifestazione, il collegio IPASVI di Trapani terrà domani sera una riunione urgente e straordinaria. In quella sede verrà organizzato l’esodo a Palermo per la mattinata di mercoledì prossimo.

Gli infermieri siciliani, nel portare avanti le loro sacrosante ragioni, si rifanno all’articolo 32 della Costituzione, “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”, e alla risoluzione del parlamento europeo, dello scorso 19 maggio, in cui si esortano gli stati membri a non imporre misure che incidono sulla riduzione del personale, che ha provocato 37.000 morti in Europa nel 2014.

Visite: 747

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI