L’on Salvatore Lentini su vertenza dipendenti SAS

“Sulla questione della ricollocazione dei dipendenti di enti e società partecipate regionali disciolte il Governo e la SAS non possono più invocare scuse per procrastinare ulteriormente l’attuazione di una decisione già presa dal Parlamento” – così l’on. Totò Lentini commenta gli esiti della seduta della V Commissione ARS svoltasi ieri mattina – “E’ inaccettabile che i circa 152 lavoratori provenienti da Ciem, Iridas, Sviluppo Italia Sicilia, Sicilia Lavoro, Spi, Quarit, Terme di Sciacca e Cerisdi debbano ancora subire i ritardi e le disattenzioni di Regione e SAS, nonostante l’ARS abbia già approvato una norma che da copertura, con 3,1 milioni di euro, agli oneri necessari per la loro ricollocazione. La SAS (Servizi Ausiliari Sicilia)” – prosegue il deputato palermitano – “potrebbe più che utilmente valorizzare la professionalità dei lavoratori, molti dei quali hanno già sviluppato esperienza in settori delicati e strategici come quelli relativi all’utilizzo ed alla rendicontazione di fondi strutturali, considerando che nel solo 2016 l’organico dell’azienda è sceso di 60 unità per effetto dei pensionamenti. Il Governo e la dirigenza” – conclude Lentini – “diano immediata attuazione ad una decisione assunta con responsabilità da tutto il Parlamento, dando finalmente una risposta ai lavoratori che rivendicano giusticamente il loro diritto ad un’occupazione stabile e produttiva venuta meno per colpe non loro.”

Visite: 299

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI