L’On. Maria Greco (Pd) su nuovo Psr

On. Maria Greco il nuovo “Psr Sicilia” grande opportunità di sviluppo per l’ agricoltura

 

Soddisfazione per l’ approvazione del Psr Sicilia da parte della Commissione europea è stata espressa dall’  On. Maria Greco, parlamentare ennese del Pd e   sensibile nei confronti dei temi legati al settore agricolo.

 

“ Lo sviluppo dell’ agricoltura – ha detto l’ On. Maria Greco – è di vitale importanza per la nostra economia, oggiAggiungi un appuntamento per oggi occorre incentivare un settore colpito da una forte crisi, investendo sui giovani e sul miglioramento del comparto, il ritorno alla terra costituisce un elemento di rinascita economica e un rilancio dell’ intera economia dell’ Isola,  il nuovo Psr con le sue molteplici possibilità  – prosegue l’ On Greco Greco – deve essere conosciuto dalle imprese agricole per i vantaggi e le opportunità che offre tenuto conto che in tutto saranno sei misure con diverse sottomisure”

 

La Commissione europea ha approvato il Psr Sicilia. Per l’Isola ci saranno quindi 2,2 miliardi di fondi per il periodo 2014- 2020 (in realtà partirà ormai solo nel 2016). Di questi 1,3 miliardi di euro vengono dal bilancio dell’Unione europea e 874 milioni di euro di cofinanziamento nazionale.

 

Gli interventi del Psr Sicilia puntano in particolare alla competitività del settore agricolo e forestale, oltre che alla conservazione e valorizzazione degli ecosistemi, ma anche ad attività mirate a promuovere l’inclusione sociale e lo sviluppo economico nelle zone rurali.

 

Tra le priorità c’è quella della coltivazioni biologiche: secondo il nuovo PSR, circa 140mila ettari riceveranno un sostegno finanziario per convertirsi all’agricoltura ‘bio’ e altri 758mila ettari riceveranno finanziamenti per mantenere la loro produzione biologica.

“Il Psr è uno straordinario strumento per sostenere il rilancio dell’agricoltura a 360 gradi – ha detto l’ assessore regionale al ramo Antonello Cracolici – si prevedono diverse linee di intervento, da quelle più strettamente legate alle produzioni agricole a quelle connesse alla filiera, dalle start-up per imprese ‘non agricole’ ma al servizio dell’agricoltura,  fino ad arrivare al sostegno al turismo rurale, B&B o case vacanze in grado di valorizzare i nostri prodotti migliori”.

 

Secondo i dati diffusi dovrebbero essere circa 1.800 le aziende agricole a ottenere aiuti per la ristrutturazione e l’ammodernamento e circa 1.625 giovani agricoltori potranno ricevere un finanziamento per il nuovo insediamento.

 

Con le misure del Psr, l’assessorato regionale stima di favorire la creazione di 5 mila nuove imprese e dare lavoro a 1.655 giovani, oltre a incentivare la nascita di 1.066 start-up extragricole per servizi innovativi al sistema agricolo. Per i comuni partiranno 16 piani di sviluppo locale e previsti 47 interventi sull’energia rinnovabile attraverso una sinergia tra agricoltura e turismo.”

Visite: 361

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI