L’On. Azzurra Cancellieri (M5S) su istituto di compensazione universale dei crediti

ROMA – “Non possiamo permetterci il progressivo aumento dei tempi di pagamento dei crediti verso la pubblica amministrazione. A maggior ragione in Sicilia, regione già inabissata da una precarietà finanziaria delle imprese e dei professionisti e dalla crisi economica”. Lo dice Azzurra Cancelleri, deputata del M5S che è la prima firmataria con i colleghi Alberto e Pesco, di una proposta di legge che introduce l’istituto della compensazione ‘universale’ dei crediti verso la pubblica amministrazione con i debiti verso lo Stato di natura tributaria, previdenziale e assicurativa.

“Con questa legge – dice Azzurra Cancelleri – spieghiamo come sarebbe più efficace l’introduzione di strumenti che, messi a regime, consentano di realizzare una normalizzazione dei pagamenti nel lungo periodo, a tutto vantaggio delle imprese e senza oneri aggiuntivi per lo Stato. Le temporanee iniezioni di liquidità, che hanno gravemente pesato sui conti pubblici – aggiunge il deputato – hanno segnato un’inversione di tendenza nel fenomeno ma non lo hanno risolto poiché gli ultimi tre governi hanno adottato misure emergenziali”.

“Siamo ancora lontani dall’integrale assorbimento del debito – ancora la Cancelleri -. La legge fissa i pagamenti entro 30 giorni – conclude la Cancelleri -. Ma i comuni della Sicilia impiegano dai tre mesi ad un anno per saldare i pagamenti. Tuttavia, mi pace osservare come tra gli enti locali ci sia Bagheria con il sindaco del M5S Patrizio Cinque che è riuscito ad effettuare i pagamenti del 2014 a 78 giorni. Un dato incoraggiante in una situazione generale che vede le amministrazioni accumulare ritardi su ritardi nell’erogazione delle liquidità”.

Visite: 383

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI