L’On. Antonio Venturino su siti archeologici della provincia

SITI ARCHEOLOGICI DELL’ENNESE, VENTURINO: “IL FUTURO RISCHIA DI RESTARE BLOCCATO NELLE MAGLIE DEI LIBERI CONSORZI, CHIEDO UN INCONTRO URGENTE CON GLI ASSESSORI VERMIGLIO E BARBAGALLO E CON I DIRIGENTI”

 

“Il futuro di sviluppo turistico e culturale dei siti archeologici di Piazza Armerina, Villa Romana del Casale, Morgantina e Philosophiana, rischia di restare bloccato nelle maglie burocratiche che riguardano la formazione dei Liberi consorzi”. Lo afferma il vice presidente dell’Ars Antonio Venturino, da tempo impegnato, in una seria proposta di rilancio delle aree archeologiche dell’ennese.

 

Venturino esprime preoccupazione perché “se dal un lato è giusto che i dipartimenti nel rispetto della normativa vigente rimodulino le Sovrintendenze e le direzioni, è anche vero che questo viene fatto sulla base di una confusione geopolitica. Si rischia lo stallo dei progetti che erano stati avviati, per esempio quello delle autonomie dei parchi, come quello della Villa Romana del Casale e Philosophiana, che aveva visto interesse e attenzione da parte dell’ex assessore regionale ai Beni culturali Antonio Purpura.

 

“Agli assessori ai Beni culturali Carlo Vermiglio e al Turismo Anthony Barbagallo – conclude Venturino – chiedo un incontro urgente, alla presenza dei rispettivi dirigenti generali, per uscire dalla confusione e comprendere come la Regione Siciliana intenda rilanciare definitivamente questi siti per valorizzarli al massimo e renderli funzionali allo sviluppo complessivo del territorio”.

Visite: 300

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI