Lo storico e critico d’arte Vittorio Sgarbi replica a Gianfranco Zanna, esponente di Legambiente,

ROMA – Lo storico e critico d’arte Vittorio Sgarbi replica a Gianfranco Zanna, esponente di Legambiente, in merito al Piano Paesistico di Siracusa:

“Troppi sporchi interessi – accusa Sgarbi – indirizzano l’attività di Legambiente per poter ragionare su legittimità o regolarità di un atto in Sicilia.

Legambiente non solo non ha impedito la sistematica distruzione del paesaggio attraverso la realizzazione dei parchi eolici, voluti dalla mafia, ma li ha addirittura favoriti, sostenuti.

Anche un allocco – conclude Sgarbi – capisce che Zanna è l’ultima persona a poter parlare di tutela del paesaggio in Sicilia”

Visite: 109

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI