Lo sport per l’inclusione: Vivicittà entra nelle carceri: domani anche in quello di Enna

Lo sport per l’inclusione: Vivicittà entra nelle carceri

Vivicittà 2018 si corre complessivamente in ventisette istituti penitenziari e minorili: fino a giugno scenderanno in pista migliaia di detenuti

Domenica 15 aprile Vivicittà sarà protagonista nelle strade delle nostre città, per vivere gli spazi urbani e stare insieme a tanti altri cittadini, camminando, correndo e divertendosi. Ma non solo: tantissimi anche coloro che, pur ristretti tra le mura di un carcere, saranno idealmente sui percorsi di Vivicittà, grazie al progetto Porte aperte che, oltre all’attività sportiva quotidiana rivolta ai detenuti lungo tutto l’arco dell’anno, permette anche la realizzazione di Vivicittà in molte carceri italiane.
Domenica 15 aprile Vivicittà arriva a Monza e Bollate (Mi) dove oltre 600 detenuti del carcere partiranno contemporaneamente a tutti gli altri partecipanti a Vivicittà. Qui, dove si corre da quindici anni, la percentuale di iscritti è altissima, quasi il 50% dei detenuti. Il percorso di 12 km è ottenuto compiendo più giri sul tracciato. A Milano Opera Vivicittà si terrà domenica 22 aprile: è dal 1990 che la manifestazione viene organizzata in questo istituto e i partecipanti saranno circa 300. Si correrà nel giardino su un percorso di circa 7 km, con partenza alle 10. Sabato 14 aprile sarà la volta del minorile Beccaria, dove alle 14.30 scatteranno tutti i ragazzi residenti, circa 35, correranno più giri in un circuito realizzato sul campo da tennis. Vivicittà nel minorile Beccaria si corre dal 1993.
Sabato 14 aprile alle 10 Vivicittà arriva anche nell’Istituto penitenziario San Michele di Alessandria: oltre ai 20 detenuti, al via ci saranno anche venti partecipanti esterni. Sabato 14 aprile si corre anche a Enna nella Casa circondariale “L. Bodenza” e Biella. Per il calendario completo di Vivicittà-Porte aperte clicca qui
Mercoledì 11 aprile Vivicittà si è svolta nella Casa circondariale di Ragusa: circa venti i partecipanti e un percorso di 5 km, per una corsa senza vincitori o vinti ma con tante persone che hanno tagliato insieme il traguardo. L’evento è stato sostenuto dall’assessorato allo sport di Ragusa. Sabato 7 aprile si è svolta nella Casa circondariale di Voghera la sedicesima edizione di Vivicittà in carcere, che si corre dal 2003. L’istituto penitenziario di Via Prati Nuovi ha accolto 15 atleti della provincia, e non solo, che hanno voluto correre a fianco dei detenuti in una competizione sportiva e solidale. La manifestazione è stata articolata in due momenti distinti: la gara riservata ai detenuti “comuni”, che hanno percorso 10 giri del tracciato ricavato all’interno dei campetti da calcio; la seconda prova che ha visto in azione i reclusi della “massima sicurezza”. Qui la corsa si è strutturata in due batterie con tanto di finale sui sette giri del percorso, dove si è registrato un forte impegno agonistico, con i primi tre finalisti giunti molto ravvicinati. Con loro hanno corso gli atleti di alcune società della provincia, che hanno voluto condividere questo momento di forte inclusione sociale. Sabato 7 aprile si è corso anche a Brescia, nella casa di reclusione di Verziano, oltre alla corsa competitiva per i detenuti si è tenuta anche una non competitiva per gli studenti. Infatti, hanno partecipato circa 240 studenti di dieci istituti superiori di città e provincia. Alla corsa hanno preso parte anche sei detenuti del carcere cittadino Nerio Fischione.
Vivicittà 2018 si corre complessivamente in 27 Istituti Penitenziari e Minorili:
CALTANISSETTA: Casa circondariale, 13 aprile
ALESSANDRIA: Casa di reclusione “San Michele”, 14 aprile
ENNA: Casa circondariale “L. Bodenza”, 14 aprile
MILANO: Istituto penale minorile “Cesare Beccaria”, 14 aprile
BIELLA: Casa circondariale di Biella Via dei tigli, 14 aprile
MILANO: Casa di reclusione Milano “Bollate”, 15 aprile
MONZA: Casa circondariale di Monza 15 aprile
REGGIO EMILIA: Casa circondariale, 18 aprile
CAGLIARI: Istituto penitenziario minorile di Quartucciu, 21 aprile
MILANO: Casa di reclusione Milano “Opera”, 22 aprile
ROMA: Istituto di pena Rebibbia nuovo complesso, 22 aprile
CATANZARO: Istituto penitenziario Minorile “Silvio Paternostro”, 22 aprile
TORINO: Casa Circondariale di Torino, 8 maggio
GENOVA: Casa circondariale di Genova “Marassi”, 8 maggio
ROMA: Istituto di pena Rebibbia femminile, 24 aprile
FIRENZE: Casa circondariale “Mario Gozzini”, 12 maggio
CASSINO (FR): Casa circondariale di Cassino “San Domenico”, 18 maggio
CREMONA: Casa circondariale di Cremona, 19 maggio
Date da definire:
CIVITAVECCHIA: Casa circondariale di Civitavecchia
FERRARA: Casa circondariale di Ferrara
PALERMO: Casa circondariale di Palermo “Pagliarelli”
PARMA: Istituto penitenziario di Parma
SASSARI: Carcere massima sicurezza “Nuchis Ozieri”
SASSARI: Carcere di Bancali Sassari

Visite: 237

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI