L’imprenditore ennese Nino Grippaldi presidente del più grande Consorzio Fidi Siciliano

E’ un imprenditore ennese a capo del più grande Consorzio Fidi Siciliano. Si tratta di Nino Grippaldi, avvocato e imprenditore nel settore cerealicolo e attuale presidente del panificio industriale Pandittaino, insediato nell’omonima area industriale e che guiderà il Consorzio Fidimed nato dalla fusione di due confidi del sistema Confindustria Sicilia, InterterconfidiMed di Palermo e Fidimpresa Confidi di Sicilia con sede a Catania. Un colosso quello nato nel sostegno al credito del mondo imprenditoriale che conta oltre 2 mila soci e non meno di 350 milioni di affidamenti ed un patrimonio complessivo di 14 milioni. Si tratta della prima operazione del genere nell’isola sulla base delle indicazioni di Banca d’Italia e di fatto apre un processo di riorganizzazione del sistema dei Consorzi fidi in Sicilia. Entro l’11 ottobre il nuovo Confidi che ora copre tutta la Sicilia con particolare riguardo alle aree già servite dai due soggetti protagonisti della fusione (Palermo, Siracusa, Ragusa, Catania ed Enna) presenterà la domanda per l’iscrizione all’Albo degli intermediari finanziari. Quarantotto anni Grippaldi, all’inizio della prima decade del terzo millennio è stato a capo della Confidustria ennese, e titolare di importanti deleghe nella giunta regionale degli industriali guidata allora in Sicilia da Ivan Lo Bello. In questi anni ha continuato a svolgere il ruolo di imprenditore guidando con successo l’azienda Pandittaino che si può pregiare di essere l’unico soggetto privato ad avere avuto riconosciuto da parre dell’Unione Europea, un Dop, (la Pagnotta del Dittaino). «Sono soddisfatto per l’importante traguardo raggiunto che ritengo sia l’inizio di un lavoro che punta a rendere più forti le nostre imprese – ha commentato Grippaldi.

Visite: 1359

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI