Liceo classico Colajanni di Enna, docenti e preside protestano con una lettera aperta

Dopo la protesta di piazza degli studenti, anche il dirigente scolastico Angelo Moceri e i docenti del liceo classico di Enna prendono posizione sulla richiesta di riapertura e rimessa in funzione dello storico stabile dell’istituto “Napoleone Colajanni” in attesa degli ultimi collaudi dopo dodici anni di chiusura per lavori. In una lettera aperta, indirizza al commissario straordinario della Provincia, al sindaco, al Prefetto e a tutta la cittadinanza, preside e professori si dicono “indignati per le lungaggini burocratiche e i pretestuosi argomenti che impediscono ormai da troppi anni di ritornare alla sede storica”, e “vittime del disinteresse delle amministrazioni che si sono succedute”.

Dopo aver ripercorso la lunga Odissea di studenti e personale tutto, “prima nell’angusto edificio di via Bagni, poi nell’ex caserma dei vigili del fuoco in viale Diaz e da due anni all’istituto Abramo Lincoln di Enna bassa”, prendono atto che di Napoleone Colajanni resta solamente il nome, e, nell’incertezza per il futuro, percepiamo con rammarico quanto poco importi la sorte di un edificio storico, ma, soprattutto, di un’istituzione scolastica di cui la cittadinanza dovrebbe essere fiera in quanto riferimento culturale di tutti e per tutti”.

Ma. Va.

Visite: 780

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI