Libri, Falco Editore per il Decimo anno consecutivo al Salone delle Meraviglie di Torino

Falco editore sarà presente, con i migliori titoli in catalogo, al Salone del Libro di Torino per il decimo anno consecutivo. Una sfida che prosegue, che anzi è ancora soltanto nelle sue fasi embrionali: perché l’amore per la cultura e per la bellezza necessita di processi lunghi e tortuosi affinché si possa lambire come una carezza il cuore dei lettori.

Al XXVIII Salone del Libro (14-18 maggio, Lingotto Fiere), nella città di Cavour e Einaudi, primo presidente della Repubblica Italiana, di Gobetti, Gozzano, Pavese, Baricco, la casa editrice Falco si immergerà nell’atmosfera del Salone delle Meraviglie, com’è stato definito quest’anno, con un catalogo di opere in cui crede fortemente.

A partire dai romanzi: come l’ultimo uscito, Silenzi di Porpora, thriller mozzafiato scritto dal Maggiore dei RIS di Messina Carlo Romano; o lo struggente Trecento secondi, dell’autrice di Terni Patrizia Fortunati. Per non parlare del romanzo biografico, il memoir Fuori dalla nebbia. Due vite all’ombra di Giovannino Guareschi, scritto a quattro mani da Giancarla Minuti Guareschi e Concetta Cirigliano Perna.

Tra le inchieste di grande attualità, spiccano Sistema Italia. Gli scandali EXPO 2015 e MOSE. Gli intrecci della malapolitica di Antonio Michele Moccia; la guida Difendersi dalle banche. Vademecum per risparmiatori e investitori, scritto sotto lo pseudonimo di Giovanni Iban da un dirigente di banca nazionale; il saggio-intervista Scintilla AT20. Il buio dell’Aids e la scoperta di Arnaldo Caruso, scritto dalla giornalista Rosalba Baldino (che sarà presentato domenica alle 11,30 all’interno dello stand).

Ma ci sono anche libri di denuncia civile, come Maschere di vetro e polvere, di Jesa Aroma, sul tema della violenza di genere; o I cavalli di Murer, romanzo leggero e piacevole sul grande tema dell’Elzheimer, scritto da Gianpiero Adornato; o ancora, Droghe da stupro, della criminologa Monica Capizzano, o L’antimafia dei fatti, dell’onorevole Angela Napoli.

Falco Editore sarà a Torino, e poi nei più prestigiosi festival di carattere nazionale e internazionale. Perché per muovere la cultura devono innanzitutto prorompere i sentimenti, le idee, la passione. Perché l’Italia, in fondo, può e deve vivere di cultura. Lo deve alla sua storia, alle vestigia di un passato glorioso che deve tornare a risplendere. Come la copertina di un libro.

Visite: 718

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI