Libero consorzio comuni Enna, studenti disabili, pronta la modulistica

Studenti disabili. Pronta la modulistica
A differenza degli altri anni la modulistica si presenta direttamente alla scuola di appartenenza

Enna 6 luglio 2017
E’ stato approvato dalla Commissaria straordinaria del Libero Consorzio di Enna, Margherita Rizza, il nuovo regolamento per l’erogazione del servizio di assistenza per l’autonomia e la comunicazione o assistenza specialistica in favore degli studenti disabili.
Servizi, questi, rivolti ai giovani con problemi di disabilità residenti nel territorio ennese frequentanti le scuole di 2° grado.
La novità per il prossimo anno scolastico riguarda la presentazione delle richieste di ammissione per gli utenti, attraverso apposite schede, che dovranno essere consegnate direttamente alla scuola da frequentare. Saranno le famiglie degli studenti aventi diritto alle prestazioni, o gli stessi se maggiorenni, a scegliere il soggetto erogatore del servizio, tra quelli accreditati e inseriti nello specifico Albo di questo Ente.
Gli istituti avranno il compito, una volta raccolte le domande, di trasmette le richieste al servizio provinciale Servizi sociali. 
La modulistica può essere ritirata direttamente a scuola o scaricata online all’indirizzo www.provincia.enna.it – link: Servizi Sociali.
Per maggiori informazioni contattare il servizio Servizi sociali al numero telefonico 0935/521262, chiedendo dell’assistente sociale, Enza Nigrelli.

Regolamento per l’erogazione del servizio di Assistenza per l’Autonomia e la Comunicazione o Assistenza Specialistica in favore di studenti disabili, residenti nel territorio del Libero Consorzio Comunale di Enna, frequentanti le scuole secondarie di 2° grado.

Normativa di riferimento
Legge n. 104/92
D.P.R. n. 616/77 e ss.mm.ii.
D.P.R. del 24/02/1994
D.Lvo n. 112/98, art. 139
Circolare Ministeriale – Ministero della Pubblica Istruzione – 22 Settembre 1988, n. 262
Legge n. 328/2000
Circolare Ministeriale – MIUR – 30 Novembre 2001, n. 3390
Delibera ANAC del 20/01/2016, n. 32
Legge Regione Sicilia n. 68/81 e ss.mm.ii.
Legge Regione Sicilia n. 22/86
Legge Regione Sicilia n. 15/2004
Decreto Assessorato della Sanità 01/02/2007
Legge Regione Sicilia n. 15/2015 e ss.mm.ii.
Legge Regione Sicilia n. 24/2016

Art. 1 – Oggetto

Il presente Regolamento disciplina l’erogazione del servizio di Assistenza per l’autonomia e la Comunicazione o Assistenza Specialistica secondo quanto previsto dall’ art. 13 comma 3 della Legge 104/1992 e delle normative vigenti in materia, in favore degli studenti disabili, residenti nel territorio del Libero Consorzio Comunale di Enna, frequentanti le scuole secondarie di 2° grado.

Art. 2 – Finalità

Il servizio è finalizzato a garantire il diritto allo studio ai soggetti portatori di handicap ed il loro inserimento nelle strutture scolastiche, attraverso azioni di integrazione scolastica, frutto della collaborazione fra le varie istituzione coinvolte: Istituzioni scolastiche, ASP, famiglie e Libero Consorzio Comunale di Enna.

Art. 3 – Destinatari

I destinatari del servizio sono gli studenti con disabilità fisica, psichica e sensoriale, certificata ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge 104/92, residenti nel territorio del Libero Consorzio Comunale di Enna, frequentanti le scuole secondarie di 2° grado che, a causa della riduzione o della perdita di autonomia personale e sociale necessitano di questa tipologia di assistenza.

Art. 4 – Modalità di erogazione del servizio

Il servizio di cui al presente regolamento sarà erogato, in applicazione alle linee guida dell’ANAC di cui alla Delibera n. 32 del 20 Gennaio 2016, attraverso il sistema dell’accreditamento, con voucher, di Enti/Associazioni/Cooperative Sociali in possesso dei requisiti previsti nell’Avviso Pubblico e che saranno iscritti all’Albo degli Enti accreditati, fornitori dei servizi di che trattasi, di questo Libero Consorzio Comunale, nel rispetto delle normative statali e regionali.
Dovrà, in ogni caso, essere garantita la libera scelta da parte della famiglia o dello studente se maggiorenne riguardo l’individuazione dell’ Ente accreditato, che dovrà fornire il servizio.

Art. 5 – Modalità di accreditamento

Gli Enti che presenteranno istanza di Accreditamento a seguito di Avviso Pubblico, saranno accreditati all’Albo dei soggetti fornitori delle prestazioni di cui al superiore art. 1, previa verifica del possesso dei requisiti previsti nel predetto Avviso e della regolarità della documentazione prodotta, da parte di apposita Commissione, formata dal Dirigente del Settore competente e da altri due componenti, individuati e nominati da quest’ultimo, tra i funzionari o responsabili dell’Ente. In caso di esito positivo si procederà alla sottoscrizione del Patto di Accreditamento, tra il Libero Consorzio Comunale di Enna ed il Legale Rappresentante dell’ Ente, della Cooperativa sociale o Associazione.
Si precisa inoltre che:

La sottoscrizione del Patto di Accreditamento non comporta automaticamente l’erogazione del servizio da parte del soggetto accreditato. Esso determina l’iscrizione all’Albo dei soggetti accreditati per la fornitura dei servizi di cui al presente Regolamento, in seno al quale la famiglia dello studente o lo stesso, se maggiorenne, potranno effettuare la loro scelta, secondo le modalità di cui ai successivi articoli.
Determina, inoltre, la disponibilità del soggetto accreditato, qualora ne venga fatta richiesta da questo Ente, e previa individuazione da parte della famiglia dello studente o dello stesso, se maggiorenne, ad erogare il servizio per il quale è stato accreditato.
La sottoscrizione del Patto di Accreditamento, essendo l’erogazione subordinata alla scelta dell’utente, non permette al Libero Consorzio Comunale di Enna di richiedere alcuna prestazione di servizi al soggetto accreditato, ne, tantomeno a quest’ultimo, di aver nulla a pretendere nei confronti di questo Ente, qualora nessuna scelta venga effettuata nei suoi confronti.
L’attivazione e lo svolgimento del servizio è subordinata alle effettive risorse finanziarie determinate dai trasferimenti regionali, ai sensi dell’art. 6 della Legge Regionale 05 Dicembre 2016, n. 24. Pertanto, qualora le stesse non dovessero essere sufficienti a garantire le prestazioni, così come quantificate e articolate nel presente Regolamento, le stesse potranno subire variazioni in diminuzione, senza pretesa alcuna da parte dei soggetti accreditati.

Art. 6 – Descrizione del Servizio
(Personale – Modalità di scelta- Voucher)
a) – Descrizione
– Il servizio di assistenza all’ autonomia e alla comunicazione finalizzato a garantire il diritto allo studio e l’integrazione scolastica agli studenti disabili, in possesso di certificazione di cui alla legge 104/92, si configura quale servizio ad personam ed è assicurato prevalentemente all’interno dell’istituto scolastico frequentato dall’alunno, nella misura di un operatore per ciascun disabile. In taluni casi, il servizio di cui sopra potrà essere assicurato, anche o esclusivamente, in ambito domiciliare in affiancamento a soggetti con disabilità sensoriali, per accompagnare e consolidare il percorso verso l’autonomia nello studio, purchè previsto nelle finalità del P.E.I. (Piano Educativo Individualizzato).
La necessità dell’assistente per l’autonomia e la comunicazione viene certificata dai servizi specialisti dell’ASP tenendo conto delle proposte avanzate dal G.L.H. (Gruppo di Lavoro Handicap).
Le attività dirette con l’alunno disabile consistono prevalentemente in interventi di mediazione nella comunicazione tra lo stesso e tutte le figure che interagiscono con lui nell’ambiente scolastico, utilizzando gli strumenti e le tecniche adeguate alla tipologia di deficit di cui è portatore.
In linea generale, fermo restando la singolarità degli interventi previsti dal P.E.I., le attività dell’operatore addetto sono le seguenti:

Educative: utilizzo di codici comunicativi alternativi, promozione dell’autonomia personale e sociale, vigilanza e controllo di comportamenti aggressivi, sviluppo di conoscenze dello spazio, del tempo, sostegno alle relazioni con coetanei ed adulti, proposte di attività educative di piccolo gruppo per favorire la socializzazione;

Riabilitative: sviluppo di sistemi di comunicazione verbale e non verbale, educazione all’uso di strumenti protesici e ausili, svolgimento di programmi individuali per il controllo del comportamento, appoggio in attività manuali, motorie, teatrali, espressive.
In particolare per quanto riguarda l’aspetto specifico della comunicazione, l’operatore svolge una azione triplice di mediazione ,di sollecitazione , di integrazione.
Rientrano ancora tra i compiti dell’assistente:

la collaborazione con gli insegnanti e altro personale della scuola per l’effettiva partecipazione dell’alunno disabile alle attività scolastiche;
la partecipazione alle attività del GLH

Si precisa che, la figura dell’assistente non è alternativa a quella dell’insegnate di sostegno, ma complementare. L’assistente non può sostituire l’insegnante di sostegno, unico soggetto deputato alla didattica.

b) – Svolgimento delle prestazioni

Il servizio di assistenza per l’autonomia e la comunicazione sarà reso durante le ore scolastiche, per ciascun soggetto disabile, sia che esse si svolgano nella sede della scuola, sia fuori di essa, come nell’ipotesi di visite d’istruzione, manifestazioni culturali o altro, secondo le esigenze di ciascun alunno e come concordato con la scuola e la famiglia, da rendersi comunque nel limite del monte ore settimanale assegnato a ciascun di essi. Le prestazioni giornaliere di norma saranno erogate per tre ore, salvo casi di particolari gravità e bisogni dell’assistito e della famiglia.
Il monte ore settimanali (max 18 ore) potrà subire variazioni in diminuzione sulla base della disponibilità finanziaria dell’Ente, determinata dai trasferimenti regionali ai sensi dell’art.6 della Legge Regionale 5 dicembre 2016 n.24.
Nel caso di soggetti con disabilità sensoriale il servizio potrà anche essere reso secondo quanto indicato al punto a), 1° comma fermo restando il monte ore settimanale complessivo.

c) – Qualifica professionale degli operatori

Operatore specializzato:
Laurea in Psicologia, Scienze della Formazione quinquennale;
Laurea in Scienze dell’Educazione – Indirizzo educatore professionale extrascolastico;
Laurea in Psicologia, Pedagogia vecchio ordinamento;
Laurea breve in tecnico della riabilitazione psichiatrica, terapista della neuropsicomotricità dell’età evolutiva, logopedia.
Assistente alla comunicazione:
Diploma di Scuola Secondaria di II° grado oltre al titolo professionale di Assistente alla Comunicazione in L.I.S. (Lingua Italiana dei Segni), ottenuto attraverso il superamento di corsi professionali specifici di durata biennale o di almeno 900 ore di lezione, riconosciuti validi dall’Assessorato Regionale al Lavoro e alla Formazione Professionale o Corsi L.I.S. (Lingua Italiana dei Segni) organizzati dall’E.N.S. (Ente Nazionale Sordomuti) precedenti al 2005;
Per i minori con disturbo dello spettro autistico gli operatori devono essere in possesso di specifici attestati formativi nelle tecniche cognitivo- comportamentali (ABA, PECS, TEACCH).

Tecnico qualificato per l’orientamento, l’educazione e l’assistenza ai minorati della vista:

Diploma di Scuola Secondaria di 2° grado; Diploma di “Tecnico qualificato per l’orientamento, l’educazione e l’assistenza dei minorati della vista” (900 ore di formazione) o attestato di istruttore di orientamento e mobilità;
Operatore Tiflologo. Deve essere inoltre in possesso di una specifica formazione riguardante precise tipologie di disturbo mediante frequenza di corsi di formazione a seconda della disabilità.
d) – Valore del voucher

Il valore orario unitario di un voucher è fissato in € 19,74, ( comprensivo degli oneri di gestione al 3%) a cui va aggiunta l’IVA 5% se dovuta, non definibile in frazioni di intervento inferiori ad un’ora.
Il sopra citato valore è stato determinato facendo riferimento alle tabelle pubblicate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (D.M. 2/10/2013), in particolare al costo orario dei lavoratori delle Cooperative del settore socio-sanitario-assistenziale-educativo. Il valore del voucher potrà subire variazioni a seguito di aggiornamento delle tabelle ministeriali; il Dirigente del 1° Settore, di conseguenza, si riserva, con proprio provvedimento, di adeguare tale valore agli aggiornamenti sopra citati.
Gli assistiti potranno beneficiare dei voucher mensili di prestazioni assistenziali, previste nel PEI predisposto dal GLH dell’Istituto, per le giornate di frequenza scolastica e comunque fino alla concorrenza della disponibilità finanziaria dell’Ente, che potrebbe determinare una riduzione del numero di voucher assegnati.
La tariffa di cui sopra è onnicomprensiva di tutti i costi relativi al personale, alla gestione del servizio e alla sicurezza, senza che il soggetto gestore abbia a pretendere da questo Libero Consorzio Comunale nuovi e maggiori compensi.

e) – Modalità di scelta
Saranno le famiglie degli studenti aventi diritto alle prestazioni, o gli stessi se maggiorenni, a scegliere il soggetto erogatore del servizio, tra quelli accreditati e inseriti nello specifico Albo di questo Ente.
Art.7 – Modalità di ammissione al servizio – Piano di intervento

Le richieste di ammissione al servizio di Assistenza per l’Autonomia e la Comunicazione o Assistenza Specialistica sono trasmesse al Libero Consorzio Comunale di Enna dalle Istituzioni Scolastiche interessate, con congruo anticipo rispetto all’inizio dell’anno scolastico, corredate dal Verbale di Accertamento di alunno in situazione handicap ai sensi dell’art.3, comma 3 della Legge 104/92, dalla Diagnosi Funzionale da cui si evinca l’indispensabilità e la tipologia dell’intervento, attestata dall’ASP competente e dal PEI redatto dal GLH OPERATIVO (Gruppo di Lavoro Handicap Operativo composto da: Istituzione Scolastica, ASP, Libero Consorzio Comunale, famiglia), insediato presso ogni Istituzione Scolastica, da cui si evinca la modalità d’intervento e le aree su cui intervenire. Tale documentazione dovrà essere obbligatoriamente allegata alla richiesta formulata dalla famiglia dell’alunno disabile, o dallo stesso se maggiorenne, su apposita modulistica predisposta da questo Ente, per il tramite dell’Istituzione Scolastica di riferimento.
Sulla base della documentazione prodotta, sarà redatto, per ciascun alunno, il Piano di intervento.
Il predetto piano sarà sottoscritto dal genitore esercente la patria potestà, o dallo studente se maggiorenne, e conterrà il numero delle ore di assistenza specialistica assegnate ivi comprese gite, uscite didattiche (da effettuarsi durante l’orario scolastico e non oltre il monte ore settimanale), esami di fine anno, la loro articolazione oraria e settimanale, il numero dei voucher mensili cui avrà diritto. Contestualmente la famiglia o lo studente stesso saranno chiamati, ad individuare il soggetto erogatore delle prestazioni scelto tra i soggetti accreditati.
A conclusione delle superiori procedure si determinerà il perfezionamento del rapporto di fornitura tramite voucher con l’assunzione da parte del Libero Consorzio Comunale di Enna del preventivo impegno delle spese connesse all’erogazione del servizio.
Il Servizio Politiche Sociali provvederà a consegnare, alla famiglia del disabile o allo stesso se maggiorenne, mensilmente i voucher necessari, quantificati sulla base del numero di ore settimanali di assistenza assegnate e sull’effettivo numero di giorni di attività scolastica.
La famiglia dell’alunno o lo studente stesso provvederanno a consegnare i voucher al soggetto erogatore delle prestazioni in relazione al servizio reso.
La scelta del soggetto accreditato da parte della famiglia o dello studente potrà essere revocata solo in presenza di validi e giustificati motivi, quali comprovate inadempienze del soggetto erogatore delle prestazioni, o in caso di rinuncia del beneficiario.
Una copia del Piano d’intervento sarà consegnata al soggetto erogatore del servizio che sarà tenuto ad osservarlo integralmente.

Art. 8 – Obblighi del soggetto accreditato

Il soggetto accreditato garantirà:

il possesso dei titoli di studio e professionali richiesti al superiore art. 6 per il personale impiegato;

l’impiego di personale di buona condotta morale e civile che mantenga un contegno riguardoso e corretto sia nei riguardi degli utenti, sia del personale scolastico, garantendo altresì la più assoluta riservatezza, verso l’esterno, sugli utenti;
la flessibilità dell’orario di ogni operatore che verrà articolato in base alle effettive esigenze di ogni soggetto disabile, secondo quanto previsto dal piano individuale e coerentemente con l’organizzazione scolastica di ogni Istituto e in modo funzionale alla realizzazione degli obiettivi del servizio;

che il personale sia dotato di apposita tessera di riconoscimento corredata di fotografia, contenente le generalità del lavoratore e l’indicazione del datore di lavoro;
nei limiti del possibile, la continuità del personale impiegato limitando il fenomeno di turn-over, al fine di non compromettere in alcun modo l’intervento intrapreso e di assicurare efficienza e standard qualitativo costanti al servizio;

la tempestiva sostituzione del personale assente per ferie, malattie, permessi o comunque non in grado di essere puntualmente in servizio, al fine di non provocare carenze, inadempienze o danni all’efficacia del servizio;
la sostituzione del personale assente con personale di pari qualifica senza alcun onere aggiuntivo a carico di questo Libero Consorzio Comunale.
un coordinatore referente per i servizi oggetto dell’accreditamento a proprio carico;
su richiesta di questo Libero Consorzio Comunale, per motivi di comprovata gravità, l’avvicendamento o la sostituzione di quell’operatore che risulti non idoneo allo svolgimento della mansione, a causa di gravi inadempienze o di lamentele da parte degli utenti assistiti o delle Autorità scolastiche.
la copertura assicurativa per i danni che dovessero occorrere agli utenti o a terzi nel corso dello svolgimento del servizio. Esso dovrà procedere alla stipula di una adeguata polizza assicurativa per la Responsabilità Civile verso terzi ed Infortunio.
il rispetto del CCNL di riferimento e della normativa vigente;
la realizzazione delle prestazioni aggiuntive e/migliorative indicate nel progetto di qualità presentato con la istanza di accreditamento;
II Libero Consorzio Comunale di Enna è esonerato altresì da ogni e qualsiasi tipologia di obbligo e responsabilità solidale per danni, infortuni o altro che possano comunque derivare dall’espletamento delle attività oggetto di affidamento, nei confronti sia degli utenti, sia del personale occupato a qualsiasi titolo, sia di terzi, escludendo, pertanto, da parte del soggetto erogatore del servizio, ogni diritto di rivalsa e/o di indennizzo nei confronti di questo Libero Consorzio.
L’inosservanza delle norme vigenti, in materia, e delle prescrizioni contenute nel presente Regolamento comporterà l’immediata risoluzione del contratto con l’Ente prescelto e la cancellazione del medesimo dall’Albo degli Enti accreditati;

Art. 9- Corrispettivi e liquidazione delle prestazioni

I servizi erogati saranno liquidati al soggetto scelto sulla base del valore orario del voucher, per come quantificato al superiore art.6.
Il conteggio delle ore sarà calcolato sulla base di quelle rese in favore di ciascuno studente, nel limite del monte ore massimo individuale determinato nel piano d’intervento (max 18 ore settimanali).
Il corrispettivo mensile per la prestazione del servizio sarà liquidato a seguito di acquisizione della fattura, che dovrà essere corredata dalla seguente documentazione:
1. elenco degli studenti fruitori del servizio, distinti per scuole di appartenenza, indicando per ciascuno di essi l’operatore assegnato e le ore di effettivo servizio prestato nel mese di riferimento. Tale documentazione dovrà essere vistata dai Dirigenti Scolastici interessati, che pertanto attestano le presenze scolastiche dei suddetti alunni e sottoscritta dall’Ente Accreditato.
2. Copia dei voucher, per il mese di riferimento, precedentemente consegnati alla famiglia, debitamente firmati dal genitore o dallo studente che avrà sottoscritto il piano d’intervento.
I pagamenti a favore dell’Ente Accreditato saranno effettuati nel rispetto delle norme sulla tracciabilità dei flussi finanziari (art. 6 L. 136/2010 e ss.mm.e ii.).
La liquidazione è subordinata, inoltre, alla verifica della regolarità contributiva (D.U.R.C.). L’irregolarità del D.U.R.C. comporta la sospensione del pagamento della fattura. In tal caso, questo Libero Consorzio, ai sensi dell’art. 30, comma 5), del D. Lgs. n. 50/2016, tratterrà dalla fattura l’importo corrispondente all’inadempienza per il successivo versamento diretto agli Enti Previdenziali ed assicurativi competenti.
Con i corrispettivi di cui sopra si intendono interamente compensati all’Ente erogatore tutti i servizi, le prestazioni, le spese accessorie e qualsiasi onere espresso, e non, dal presente Regolamento, necessari per la perfetta esecuzione del servizio.
La liquidazione delle fatture avverrà sulla base del valore assegnato al voucher di cui al superiore art. 6 lett. d), che l’Ente accreditato accetterà con la richiesta di iscrizione all’Albo e con la sottoscrizione del patto di accreditamento.

Art. 10 – Controlli e verifiche

Al fine di verificare il regolare svolgimento del servizio oggetto del presente Regolamento, è facoltà di questo Libero Consorzio Comunale effettuare in qualsiasi momento, senza preavviso e con le modalità che riterrà opportune, controlli per verificarne la rispondenza. E’ inoltre facoltà del Libero Consorzio Comunale di Enna ogni qualvolta si riterrà opportuno in base a particolari esigenze/problematiche inerenti il servizio, indire conferenze di servizio con tutti gli attori coinvolti nell’assistenza.

Art. 11 – Durata accreditamento

L’accreditamento decorre dalla data di iscrizione all’Albo, secondo quanto previsto all’art. 5 del presente Regolamento, ed ha validità per un anno. Questo Ente, con cadenza annuale e con le stesse modalità, provvederà ad aggiornare l’Albo, procedendo all’accreditamento dei nuovi soggetti che ne facciano richiesta. Nel caso dei soggetti già iscritti, gli stessi dovranno riconfermare o rinnovare la propria iscrizione, mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà resa ai sensi del D.P.R. 445/2000.
Art. 12 – Rispetto della normativa sulla tutela dei dati personali

Ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003 e ss mm ii il Libero Consorzio Comunale di Enna è titolare del trattamento dei dati personali connesso alla gestione del servizio. Il soggetto affidatario è Responsabile esterno del Trattamento dei dati personali e a tal fine designa un referente in possesso dei necessari requisiti di esperienza, capacità, affidabilità idonee a garantire il pieno rispetto delle vigenti disposizioni in materia.

Art. 13 – Rinvio

Per quanto non espressamente previsto nel presente Regolamento si rinvia ai contenuti ed alle prescrizioni contenute nel Patto di Accreditamento e nell’Avviso Pubblico che con la presentazione dell’istanza di Accreditamento si intendono accettati in ogni parte.

Visite: 177

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI