L’Eurodeputato Pd Michela Giuffrida sull’apertura della bretella A19

La ritrovata percorribilità dell’autostrada Palermo Catania, con l’apertura della bretella di collegamento che scavalca il viadotto investito dalla frana nell’aprile scorso, è un’ottima notizia. Grazie all’impegno del governo nazionale, e in particolare del ministro Graziano Delrio, si ripristina in Sicilia una arteria fondamentale per gli spostamenti dei cittadini e delle merci. Sette mesi di pesanti disagi, aggravati spesso da interruzioni e frane anche sulla ferrovia e su altre strade e autostrade, in una regione che ha un grave deficit di infrastrutture, devono tuttavia farci capire che non possiamo fermarci qui e accontentarci dei rattoppi: il nostro territorio e la nostra rete di trasporti in particolare è gravemente segnato da decenni di incuria e reso ancora più fragile dai cambiamenti climatici che con sempre maggiore frequenza provocano eventi atmosferici eccezionali che hanno un impatto potenzialmente devastante”. Lo dichiara Michela Giuffrida, europarlamentare del Pd

“Per questo, apprezzando il piano di investimenti di 842 milioni previsto dall’Anas per i prossimi quattro anni – continua l’europarlamentare- ritengo che sia necessario un piano straordinario di investimenti ancora più cospicuo per il contrasto al dissesto idrogeologico e la messa in sicurezza delle linee di comunicazione strategiche della Sicilia, mobilitando tutte le possibili risorse, a partire dai fondi strutturali europei. Nei giorni scorsi – annuncia Giuffrida – ho incontrato il Commissario europeo ai Trasporti Violeta Bulc alla quale ho chiesto interventi celeri e specifici per la Sicilia. Dalle autostrade, anche alla luce di quanto accaduto sulla A/19 e sulla A/18, all’aeroporto Fontanarossa di Catania che attende la realizzazione di una seconda pista. Accogliendo il mio invito – conclude l’europarlamentare – a breve il Commissario Bulc effettuerà una visita in Sicilia“.

Visite: 364

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI