L’Eurodeputato Giovanni La Via su riforma Pac

“Omnibus”- La Via: Via libera alla riforma di semplificazione della PAC

>

> Dopo tre anni dall’implementazione della Politica Agricola Comune (PAC) 2014-2020, con oggi, si chiude l’ultimo atto per l’Omnibus, il pacchetto di modifiche che interverrà sensibilmente sul settore dell’agricoltura e dello sviluppo rurale. Via libera, quindi, da Strasburgo alle nuove regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell’Unione, che renderanno più flessibile l’erogazione degli aiuti, per favorire l’aumento del reddito degli agricoltori, la produttività e la sostenibilità dell’agricoltura. “Dal 1° Gennaio 2018 muta sostanzialmente un sistema che era necessario snellire, avvicinare alle esigenze reali degli agricoltori tramite una regolamentazione più moderna, in grado di apportare delle reali modifiche di medio termine ai 4 pilastri della Pac: sviluppo rurale, pagamenti diretti, regolamento orizzontale, Ocm”, commenta dopo il via libera definitivo del Parlamento europeo, l’eurodeputato Giovanni La Via, (Ap\Ppe), convinto della bontà del compromesso raggiunto e della necessità di una riforma del settore, “colpito negli ultimi anni da diverse crisi di mercato, rallentato da troppa burocrazia e penalizzato dalla difficoltà di accesso al credito, nonché da pratiche sleali lungo la filiera”. Misure- spiega La Via- che “rafforzeranno la posizione degli agricoltori nella catena di approvvigionamento alimentare e offriranno agli Stati membri maggiore flessibilità per sostenere gli agricoltori attivi e gli insediamenti dei giovani”.

> Tante le nuove misure, quali l’introduzione di una nuova-diminuita- soglia di intervento per lo strumento di stabilizzazione del reddito, dal 30% al 20%. Misure estese di prevenzione e gestione delle crisi, incentivi per i contributi all’insediamento dei giovani agricoltori, formazione sul ruolo svolto dalle organizzazioni di produttori.

> Tutti strumenti, conclude La Via, “utili per modificare in termini concreti la PAC in attesa della riflessione sul post 2020, offrendo strumenti più efficienti agli agricoltori, pensati su misura delle loro legittime e non più rinviabili istanze”.

Visite: 201

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI