Lavoro: Pagliaro (Cgil), “In Sicilia nel 2017 crescita occupazionale modesta e a macchia di leopardo. Al palo i settori produttivi. Serve terapia d’urto”

Lavoro: Pagliaro (Cgil), “In Sicilia nel 2017 crescita occupazionale
modesta e a macchia di leopardo. Al palo i settori produttivi. Serve
terapia d’urto”

Palermo, 15 marzo- “Il consuntivo Istat per il 2017 conferma una
crescita occupazionale modesta per la Sicilia e la sofferenza dei
settori produttivi. Siamo lontani ancora da una ripersa effettiva , che
ci rimetta almeno al passo con gli anni pre-crisi”: lo dice il
segretario della Cgil Sicilia, Michele Pagliaro. Rispetto al 2016
l’Istat segnala per il 2017 un aumento dell’occupazione di 16 mila
unità. A fare da traino è l’agricoltura con + 11 mila posti di
lavoro seguono i servizi con + 5 mila occupati. L’industria resta
complessivamente ferma 207 mila occupati, con un recupero di 7 mila
posti di lavoro nell’industria in senso stretto e una perdita di 7
mila occupati nell’edilizia. Tasso di disoccupazione al 21,5% e tasso
di occupazione al 40, 6%, in stallo rispetto all’anno precedente.
“Di fronte a questa situazione – afferma Pagliaro- ci vuole una
terapia d’urto per lo sviluppo e l’occupazione. Rispetto al 2008-
rileva- mancano all’appello 111 mila posti di lavoro e di questi 90
mila riguardano l’industria. Guardando nel dettaglio i dati Istat-
aggiunge- vediamo addirittura che ci sono città come Caltanissetta
(-3000 occupati) e Trapani (- mille occupati) che arretrano mentre
Messina, Enna e Siracusa sono ferme al livello del 2016. Crescono gli
occupati solo a Palermo (+ 8 mila), Ragusa (+ 5 mila), Catania (+3
mila). Una crescita dunque oltre che modesta- osserva Pagliaro- non
omogenea”. Il segretario della Cgil Sicilia conclude dicendo che “
il governo regionale deve dare seguito al confronto con le parti sociali
nella ricerca di soluzioni condivise nell’ambito di un progetto che
porti a una reale ripresa dell’economia e dell’occupazione in
Sicilia”.

Visite: 319

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI