Lavoratori forestali, da venerdì nuovamente a lavoro

Per gli stagionali forestali lo stillicidio continua. Dopo la manifestazione regionale di martedì scorso a Palermo davanti palazzo d’Orleans dove sono stati presenti anche non meno di 300 lavoratori della provincia di Enna il Governo regionale ha sbloccato risorse per circa 18 milioni di euro la ripresa lavorativa in tutta la Sicilia. Ma in provincia di Enna se entro lunedì prossimo non scenderanno nuovamente nei cantieri di lavoro dove erano già stati assegnati, circa 800 maestranze 600 settantottisti e 200 centunisti non avranno più il tempo materiale per completare le giornate previste per legge. Gli altri hanno già nuovamente ripreso a lavorare. Ma anche per questi la situazione rimane lo stesso molto precaria visto che giorni che per eventuali recupero di giornate perse hanno solo una settimana. La preoccupazione arriva dai segretari provinciali del comparto forestale di Cgil, Cisl e Uil Nunzio Scornavacche, Massimo Bubbo e Enzo Savarino. “Fortunatamente la maggior parte dei lavoratori della provincia di Enna (circa 1800 tra centocinquantunisti, centunisti e settantottisti sono legati a progetti con fondi comunitari e quindi le risorse teoricamente ci sono – commentano i tre segretari – di questi fondi si attendeva solamente la registrazione dei decreti di finanziamento. Ma ad ogni modo rimaniamo lo stesso molto preoccupati sui tempi perchè se entro lunedì prossimo non riprenderanno l’attività lavorativa ogni giorno in più sarà un giorno di lavoro perso”.

Visite: 535

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI