Lavoratori Aci informatica, continua la protesta

Le lavoratrici e i lavoratori di Aci Informatica hanno partecipato oggi alla manifestazione indetta da diverse realtà di lavoro in lotta contro processi di ristrutturazione che stanno producendo o rischiano di produrre decine di migliaia di licenziamenti, con la città di Roma particolarmente colpita da questo deserto occupazionale.

Una giornata di lotta bellissima che ha riportato nelle piazze la protesta delle lavoratrici e dei lavoratori che da tempo si cerca di costringere all’anonimato anche grazie alle politiche di subalternità delle OO SS nazionali.

La partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori di Aci Informatica è stata numerosissima, una enorme marea bianca caratterizzata da magliette, bandiere, cartelloni e soprattutto dagli slogan urlati in modo continuo durante tutto il corteo.

Le parole d’ordine hanno ricordato la vertenza che colpisce nello specifico Aci Informatica che nonostante sia riconosciuta come una delle migliori realtà nazionali del settore dell’informatica e dei servizi della pubblica amministrazione rischia la chiusura a causa di un decreto che vuole sottrarci le nostre attività per regalarle al profitto del mercato. Una vertenza che non è solo a tutela delle lavoratrici e dei lavoratori ma anche a tutela di tutti i cittadini per il mantenimento di un servizio pubblico che funziona.

Le lavoratrici e i lavoratori numerosi, determinati e combattivi hanno manifestato ancora una volta uniti in un unico grande abbraccio collettivo per ricordare a tutti e in particolar modo al Governo che senza atti concreti che salvaguardino le professionalità e le concrete condizioni materiali di migliaia di uomini e donne continueranno la propria lotta senza arretrare di un millimetro.

Convinti che dai tanti ruscelli dei tanti luoghi di lavoro giungerà la piena che spazzerà via lo sfruttamento.

La Rappresentanza Sindacale Unitaria di Aci Informatica – 27 maggio 2017

Visite: 190

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI