L’Associazione Siculo-Belga Trinacria compie 30 anni

Mettere fine ad una dimenticanza che dura ormai da 60 anni. E’ quanto chiede per l’ennesima volta al governatore della Sicilia Rosario Crocetta, il presidente dell’associazione italobelga, Trinacria, l’originario ennese Angelo Lavore, riguardo al fatto che la Sicilia non ha mai ricordato neanche con una lapide i suoi figli emigrati morti nella tragedia di Marcinelle. Alcuni anni fa, una targa commemorativa in ricordo dei siciliani morti è stata posta sul sito minerario diventato oggi museo della memoria dalla stessa associazione. Ma malgrado le numerose richieste dalle istituzioni siciliane non è mai arrivata nessuna risposta. La richiesta è stata ribadita ancora una volta nel corso della serata per i 30 anni di attività dell’associazione svoltasi a Charlerori, alcune settimane fa, in una salta preparata tutta con colori giallo e rosso, per la consegna da parte dell’associazione Trinacria del premio di Eccellenza Siciliano assegnato quest’anno al novantenne catanese Mimmo Izzia presidente dell’Associazione Sicilia Mondo collegata con circa 150 associazioni siciliane in tutto il globo. Tra i premiati anche la deputata europea ed ex ministro del governo belga Maria Arena con origini di Calascibetta e l’ennese Franco Scarpello referente per l’associazione nel E oltre a Lavore il territorio ennese è stato rappresentato dalla stessa cena servita agli oltre 550 invitati visto che il catering della serata è stato preparato dallo staff dell’hotel Villa Romana di Piazza Armerina guidato dall’amministratore Enrico Mantegna e dal direttore Ugo Cascio.

Visite: 406

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI