La Settimana federiciana ennese si apre domani con rievocazione storica, benedizione e brindisi a Federico II

La Settimana federiciana ennese si apre domani
con rievocazione storica, benedizione e brindisi a Federico II

Enna, 6 maggio 2018

Apertura in grande stile domani, lunedì 6 maggio, per la dodicesima edizione della Settimana federiciana ennese il cui corposo programma coilvolgerà la città fino a domenica prossima, sotto l’egida della Casa d’Europa presideuta da Cettina Rosso.
Ricalcando quanto dichiarato dal sindaco di Enna Maurizio Dipietro nella conferenza stampa di presentazione dell’evento (“Abbiamo il dovere di recuperare la nostra identità attraverso la figura di Federico II”), la città si prepara a sette giorni di approfondimento culturale e storico, omaggi artistici, spettacoli a tema, giochi popolari e rievocazioni per ricordare la gloriosa stagione vissuta in epoca medievale e consolidare il “sogno europeo” dell’imperatore Stupor Mundi.

Castellano, figuranti e le otto squadre dei quartieri storici (U Pupulu, Sant’Agustinu, Beddivirdi, San Pitru, U Sarbaturi, I Funnurisi, A Chiazza e San Tumasi), assieme a organizzatori e coordinatori, si raduneranno domani alle 17.30 In piazza Duomo per prendere parte alla rievocazione storica “La corte del Castellano di Castrum Joannes”, con una performance scritta e curata dal “castellano” Gaetano Libertino (attore e regista), in collaborazione con lo storico dell’arte Rocco Lombardo.

Alle 18, all’interno della chiesa madre, seguirà la cerimonia di benedizione delle squadre del Palio Federico II, con una riflessione del parroco del Duomo, monsignor Vincenzo Murgano, e il canto Salve Regina eseguito dalla corale Maria Santissima della Visitazione. Saranno presenti i cavalieri dell’Ordine sovrano monastico militare dei Templari federiciani, guidati da Corrado Armeri, gran maestro dell’Ordine.

In serata, dalle 19.30 in poi, ci si sposterà al caffè letterario Al Kenisa per la serata enologica sul tema “Un brindisi a Federico II”, una degustazione di vini realizzati da quattro cantine siciliane accompagnata da prodotti tipici locali. “La mia sfida – spiega Michele Sabatino, gestore del caffè letterario di proprietà comunale – è quella di far gustare agli ennesi e ai turisti vini di pregio prodotti nella nostra terra e destinati a un business estero, molto apprezzati in Giappone o negli Stati Uniti. Enna deve far sì che la cultura sostenga l’economia, ecco perché mi piacerebbe attenzionare cantine ennesi, oggi di fatto inesistenti, e valorizzare ancor di più l’Al Kenisa per le sue dotazioni storico-architettoniche e il suo ruolo come spazio culturale e fulcro di ricezione turistica”.
A guidare il percorso di assaggi dei vini, che si prepara a diventare vera e propria “rassegna enologica federiciana”, sarà l’esperto Giovanni Marletta, già organizzatore di una rassegna di vini inserita all’interno delle passate edizioni della Settimana federiciana ennese, “una tradizione – ha chiosato Cettina Rosso – che deve presto tornare a vivere nel nostro programma”.

Visite: 239

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI