La Settimana federiciana di Enna compie dieci anni, al via il bando del premio Fontanazza per le scuole

La Settimana federiciana di Enna si prepara a festeggiare i suoi primi dieci anni di attività nel 2016 e lancia il bando del premio Europa “Edoardo Fontanazza” per le scuole della città. Il bando e le schede di adesione sono state già inviate ai singoli istituti.

Il tema del premio scelto dalla Casa d’Europa, in collaborazione con il Centro studi “Federico II di Svevia” di Enna per la nuova edizione, rivolta agli studenti di scuola dell’infanzia, primaria e secondaria, è “Uniti nella diversità – Il valore delle differenze sotto Federico II di Svevia e ai giorni nostri”.  Il premio fa parte integrante della Settimana federiciana già prevista dal 09 al 16 maggio 2016 ed è finalizzato a sviluppare nei giovani una coscienza storica che, dalla memoria del passato, valorizzi il sentimento di appartenenza alla comunità locale, nazionale, europea. Viene richiesta alle scuole, inoltre, la partecipazione con “laboratori a cielo aperto” alle varie attività previste durante la manifestazione medievale: “giochi per tutti” negli antichi quartieri, rievocazioni storiche, iniziative artistiche ed enogastronomiche, esibizioni musicali, attività legate alla falconeria e all’arte degli sbandieratori, realizzazione di manufatti di arredo urbano (drappi, gonfaloni, scudi) per permettere ai giovani di vivere da protagonisti il sentimento di appartenenza alla comunità cittadina.

“Oggi, più che mai, alla luce dei recenti avvenimenti che minacciano i valori democratici e civili europei – spiega Cettina Rosso, presidente della Casa d’Europa e promotrice della Settimana federiciana – occorre avviare una riflessione sulla fragilità del processo di unificazione europeo, causa dell’incapacità di mettere in atto una strategia unitaria in grado di rispondere alle attuali sfide del terrorismo, delle migrazioni, dei cambiamenti climatici. Allo stesso tempo, proprio nel decennale della Settimana federiciana, affidiamo alle scuole il compito di custodire e trasmettere il grande valore della pace che più di sessant’anni d’integrazione europea hanno assicurato al nostro continente.

Secondo gli organizzatori, tutto ciò può essere reso possibile attraverso il recupero della figura emblematica di Federico II di Svevia “che già in tempi remoti aveva vagheggiato una visione del mondo che tendeva al dialogo fra culture diverse”, spiegano. “L’imperatore svevo ebbe, infatti, una politica di grande apertura verso i popoli del Mediterraneo – aggiunge Cettina Rosso – ospitando nella sua Sicilia cristiani, ebrei e musulmani, anticipando l’idea di una società multiculturale e multirazziale quale l’Europa, nel rispetto delle sue regole democratiche, aspira a divenire”.

PARTECIPAZIONE E PREMI

Le modalità di partecipazione del concorso prevedono la realizzazione di produzioni di tipo storico-documentale e/o artistico-letterario, articolate in ricerche, saggi, articoli di giornale, cortometraggi, manufatti artigianali, rappresentazioni teatrali e/o musicali, costruzioni di scene di vita medievale o attuale attraverso canti, danze, giochi, poesie, novelle d’epoca, fiabe, racconti fantastici , espressi in lingua italiana o in dialetto. Le scuole sono invitate a curare l’attinenza al tema del bando, prevedendo una durata massima di 20 minuti per filmati, video e riprese di rappresentazioni teatrali-musicali. L’adesione avverrà attraverso l’invio della scheda di partecipazioneentro febbraio 2016 ai seguenti indirizzi di posta elettronica: federiciani.enna@gmail.com, a.doty@tiscali.it.

I lavori realizzati dovranno essere consegnati o inviati per posta entro il 22 aprile 2016 a:
Europa club,
presso Istituto d’Istruzione Superiore “A. Lincoln”,
via Salvatore Mazza 3-5,
94100 Enna Bassa.

Il plico che dovrà contenere scritto, in maniera chiara e leggibile, la scuola di provenienza e la dicitura “All’attenzione dell’assistente di cattedra Biagio Di Dio”. La coordinatrice del premio è Maria Renna(347.7045121, renna.maria@yahoo.it), collaborata da Giorgio Faraci (392.2877817, giorgiofaraci@yahoo.it).

La Casa d’Europa e il Centro studi “Federico II di Svevia” sono disponibili a organizzare incontri con gli studenti, seminari e giornate di studio sul tema oggetto del concorso nelle scuole che manifestino interesse.

I premi saranno assegnati per ordine di scuole: un primo premio di 150 euro agli alunni degli istituti dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado (scuole materne, elementari, e medie), e un altro primo premio di 150 euro andrà agli alunni degli istituti secondari di secondo grado (scuole superiori). Targhe verranno conferite a tutte le scuole partecipanti. Una targa di merito, quale premio speciale, verrà poi attribuita dal prefetto di Enna.

Le scuole vincitrici e partecipanti verranno premiate il 9 maggio per la Festa dell’Europa, organizzata al teatro Garibaldi di Enna, dopo la selezione effettuata da una giuria di esperti. Tutti i dettagli (scheda di adesione, nomi dei giurati e scuole premiate) saranno pubblicati online sul sito della Casa d’Europa (www.casadeuropaenna.it)e del Campanile di Enna (www.ilcampanileenna.it), grazie alla collaborazione con il referente Federico Emma.

Visite: 414

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI