La scuola del futuro? Tutta in digitale. Giovedì team di esperti a Enna

Professori che utilizzano penne laser per spiegare le equazioni su lavagne elettroniche, studenti che vengono immersi dentro ologrammi della Tundra asiatica a lezione di geografia, tablet su ogni banco e maestre con occhiali 3D che invitano gli allievi a prendere l’e-book e a collegarsi sul gruppo social della classe. Fantascienza? Niente di più aderente alla realtà che si preparano a vivere i nostri figli. Un gruppo di studiosi di didattica digitale giovedì a Enna parlerà proprio di questi scenari e altri ancora in un convegno-workshop indirizzato ai docenti e agli esperti del settore e organizzato dall’Irase (Istituto per la ricerca accademica sociale ed educativa) di Enna.

Ha per titolo “Media Education. Didattica Digitale o Digitale per la Didattica?” l’incontro (che si annuncia già seguitissimo) che partirà alle 8.30 nell’auditorium dell’Istituto tecnico commerciale Duca d’Aosta di Enna bassa. A dare i saluti sarà Paolo Castellana (presidente dell’Irase di Enna), mentre Rosa Venuti (presidente dell’Irase nazionale) e Rossella Benedetti (presidente del comitato Pari opportunità del Comitato sindacale europeo dell’educazione) si confronteranno sul tema “Le Tic (tecnologie dell’informazione e della comunicazione) e l’istruzione: qual è lo stato dell’arte in Europa?”. Subito dopo Gianna Cappello (docente dell’università di Palermo e presidente del Med, associazione italiana per l’educazione ai media e alla comunicazione) interverrà sul tema “La media education per la scuola del XXI secolo”. Annamaria Amitrano (docente di Antropologia culturale all’università di Palermo) farà un intervento dal titolo “Digitale e stile cognitivi: un binomio vincente?”. Dopo la pausa caffè saranno presentati alcuni strumenti della Media Education da un gruppo di esperti in materia. Davide Tonioli illustrerà “Fidenia, il social learning italiano” che consente di creare classi virtuali in maniera assolutamente sicura. Questo strumento coniuga le più moderne tecnologie digitali con le nuove esigenze della didattica e della scuola, grazie alla sinergia dei più avanzati strumenti di e-learning con tutti i vantaggi della comunicazione “social”. Liborio Calì parlerà dell’e-book come strumento della didattica collaborativa. Giuseppe Corsaro illustrerà l’utilizzo didattico dei social network e racconterà di come il profilo facebook “Insegnanti 2.0” in pochi anni sia diventato un riferimento importante per la formazione di tantissimi docenti che si ritrovano giornalmente nella community per discutere, collaborare, condividere esperienze e buone pratiche. Grazia Paladino (insegnante e formatore Flipnet) sòiegherà di come si possono cambiare i paradigmi della lezione attraverso la flipped classroom. Marcello Festeggiante chiuderà i lavori della mattina parlando del metodo Ivanov: una metodologia di ricerca utilizzando gli strumenti della rete

Nel pomeriggio, dalle 15 in poi, spazio alle pratiche di laboratorio di Didattica digitale e a tre workshop. Workshop Il primo laboratorio sarà curato da Alessandro Biondi (Apple Distinguished Educator) sul tema CLIL 2.0. Il secondo sarà guidato da Liborio Calì sul tema dell’utilizzo delle Tic per realizzare una verifica in modo coinvolgente. Il terzo laboratorio, curato da Gaetano Ginardi, affronterà l’importanza della didattica multimediale in presenza di alunni con Bisogni educativi speciali. Alle ore 18 si concluderanno i lavori e a tutti i presenti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione. L’adesione all’iniziativa si configura come attività di aggiornamento per la quale è previsto l’esonero dal servizio.scuola
Per info e adesioni, contattare il gruppo Irase Enna su Facebook.

Mariangela Vacanti

Visite: 614

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI