La Scuola al servizio del territorio; l’ISPA Federico II di Enna realizza i mantelli della Confraternita del SS Crocifisso di Pergusa

L’avvio di un importante rapporto di collaborazione che potrebbe aprire interessanti prospettive anche di carattere lavorative nel mondo di un particolare segmento dell’abbigliamento. E’ quello avviato tra l’Istituto Professionale Alberghiero Federico II la cui dirigente scolastica è Giusi Gugliotta e la Confraternita del Santissimo Crocifisso di Pergusa guidata dal Rettore Savio Greco e che potrebbe allargarsi a “macchia d’olio” anche ad altre istituzioni di mutuo soccorso religiose. Infatti grazie ad una singolare idea nata quasi per caso circa 2 anni fa un gruppo di 6 alunne delle quinte classi della sezione moda dell’istituto è stato coinvolto nella realizzazione dei 52 mantelli che copriranno le vesti degli altrettanti confrati del Santissimo Crocifisso sia in occasione della processione del Venerdì Santo che in tutte le altre manifestazioni religiose in cui la Confraternita parteciperà. La presentazione dei mantelli nella mattinata dello scorso 20 marzo nell’ala magna dell’Istituto alla presenza della dirigente scolastica, Giusi Gugliotta del Rettore Savio Greco, delle docenti che hanno seguito il progetto, la coordinatrice Placida Faraci e le colleghe Giovanna Di Paola e Carmelina Restivo dei rappresentanti del Consiglio d’amministrazione della Confraternita del Santissimo Crocifisso di Pergusa e delle alunne che hanno materialmente realizzato i mantelli. Ad oggi infatti nella sua circa quarantacinquennale storia, (istituita nel 1973) la Confraternita del Santissimo Crocifisso di Pergusa (prescelta negli anni 80 anche dal regista Michael Cimino per delle riprese del film “Il Siciliano”) non aveva ancora previsto un un mantello. “L’esordio” di questo importante accessorio di abbigliamento realizzato con una particolare stoffa come il Velur, domenica prossima nei riti della Domenica delle Palme che di fatto aprono la Settimana Santa Ennese. Quindi per l’IPSA Federico II e per il suo settore moda si potrebbero aprire importanti prospettive che potrebbero sfociare anche in occasioni sia direttamente come istituzione scolastica ma anche per indirizzare i suoi alunni sempre più verso la cultura dell’autoimprenditorialità. Infatti da diversi anni anche negli altri settori come quello dell’alberghiero l’Isituto Federico II sta lavorando con grande impegno nel fornire ai suoi alunni tutti gli strumenti per poter eventualmente questi al termine del percorso scolastico guardare al mondo occupazionale non solo come dipendente ma anche come imprenditore. Basti vedere le importanti esperienze avviate come qquasi “incubatori di imprese” nel campo delle piante officinali. Ma anche sul settore moda i margini di potenzialità nel campo occupazionale sono tutte da scoprire ed in particolare in questo particolare settore dell’abbigliamento “religioso”. Basti pensare che in tutta la Diocesi di Piazza Armerina sono attive oltre 52 confraternite che mettono insieme diverse migliaia di confrati per non contare che sul territorio provinciale si organizzano numerosissime altre manifestazioni, tanto per citarne alcune, il Palio dei Normanni o la Settimana Federiciana dove sono necessari dei Costumi molto particolari. Quindi un potenziale bacino d’utenza molto grande. Tra l’altro dietro questo progetto coordinato dall’insegnante Placida Faraci c’è tanto lavoro preparatorio, anche da un punto di visto storico. Basti pensare che prima di arrivare al mantello definitivo, le alunne e le insegnanti che le hanno coordinato, hanno svolto un lavoro di ricerca storica sulle tradizioni religiose dell’ennese. E dopo aver lavorato su diverse opzioni, insieme ai rappresentanti della Confraternita è stata fatta la scelta finale tra l’altro passata anche dal via libera dalla Curia Vescovile realizzando i mantelli in circa tre mesi, E per fare comprendere come le alunne credano in un percorso lavorativo in questo settore, stanno investendo sulle loro stesse. Infatti con la borsa di studio che riceveranno dalla Confraternita del Santissimo Crocifisso, le alunne si finanzieranno un corso di aggiornamento e miglioramento della lingua inglese che andranno a svolgere nei prossimi mesi a Malta. Adesso c’è tanta curiosità di vedere questo lavoro finale.
Riccardo Caccamo

Visite: 2373

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI