La paracanoa azzurra trionfa in Ungheria

La paracanoa azzurra trionfa in Ungheria con la vittoria di Esteban Gabriel Farias nella Coppa del Mondo di Szeged. Nella finale del KL1 200 mt il bissolatino con origini argentine (SC Leonida Bissolati) sbaglia la partenza, ma da vero fuoriclasse recupera lo svantaggio e si impone per soli tre centesimi (48.051) sul rivale brasiliano Luis Cardoso Da Silva (48.084), terzo l’ungherese Robert Suba (48.562). In acqua a Szeged c’erano i migliori specialisti della velocità che hanno dato vita ad una finale tiratissima ed emozionante. Di fatto lo stesso podio che lo scorso agosto a Racice ha visto l’azzurro laurearsi campione del mondo, dopo il titolo europeo conquistato a Plovdiv.

“Mi sono allenato molto prima di questo appuntamento – spiega Esteban Farias dopo la vittoria – purtroppo sono partito male sbagliando le prime due pagaiate e ho dovuto recuperare. Ai cento metri finali ancora ne avevo ma sapevo di essere indietro. Negli ultimi 50 ho dato tutto e sono riuscito a centrare questo risultato che in questo momento è davvero importante per me. Torniamo a casa con la consapevolezza che anche il livello dei nostri avversari è altissimo. Ora continueremo allenarci due volte al giorno per essere al top in vista dell’Europeo di Belgrado” (8-10 giugno).

Buone anche le prove degli altri azzurri agli ordini del DT Stefano Porcu, con Federico Mancarella (CC Bologna) che nella finale del KL2 200mt ha chiuso al quinto posto, mentre Simone Giannini (Aisa Sport) ha concluso ottavo nella finale B del KL3 200 mt.

Tra i normodotati del C1 1000mt Carlo Tacchini ha ottenuto il secondo posto nella sua batteria qualificandosi per la semifinale di domani (ore 9.40). L’argento iridato ha chiuso con il tempo di 4’05.517 alle spalle del campione del mondo Martin Fuksa con il tempo di 4’03.222.

Visite: 202

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI