La Fita Cna sulla precaria situazione della viabilità provinciale

Oggetto: finanziamento strade provinciali – territorio della provincia di Enna
In riferimento alla notizia del decreto che sblocca 90 milioni che si aggiungono ad altre somme per complessivi 300 milioni, finalizzati alla sistemazione strade provinciali della nostra martoriata Isola, la Fita Cna di Enna, che associa il 90 % degli autotrasportatori di cose e di persone della provincia di Enna, chiede interventi immediati sulla seguente rete stradale provinciale della provincia di Enna : – Sp 7a collegamento SS 192/SS121 tramite Mulinello – Sp 18 sp 43 Agira/ Nicosia – Sp 85a collegamento sp18 (43) / Gagliano –Nicosia – Sp 22 . Sp 34 Troina / Agira – Sp 85 b Nissoria /sp 43 Nicosia – Sp 85 b Nissoria /san Giorgio sp 48 /sp 75 Sicilia Outlet Village – Sp 21 Agira / A19
Le suddette strade versano in condizioni di abbandono totale. Le pessime condizioni del manto stradale, le buche ed erbacce mettono a grosso rischio persone e cose durante gli spostamenti , ed è ormai divenuta realmente una questione di sicurezza.
Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa Associazione Provinciale di Enna

Urgono interventi immediati per evitare danni ai mezzi di trasporto con costi elevati per le aziende di trasporto che assicurano a tutti i cittadini beni di primaria sussistenza , si ricorda che in Provincia di Enna il 100% dei prodotti e delle persone viaggia su gomma, ma soprattutto bisogna evitare danni alle persone che tra l’altro in caso di incidenti proprio per il degrado delle rete viaria raggiungere gli ospedali non è cosa facile ne veloce pregiudicando notevolmente la Vita dell’incidentato.
Il rifacimento della rete viaria , sottolineiamo, avrebbe una ricaduta economica positiva su tutta la cittadinanza , dall’edilizia all’autotrasporto al movimento terra, al turismo, alle attività commerciali, alle attività di servizio , a tutto il terziario e alla cultura .
Si verrebbe a creare un sensibile aumento dell’occupazione che porterebbe ad uno sviluppo socio/economico , indispensabile e fondamentale per la sopravvivenza della nostra piccola provincia, che rischia la scomparsa per mancanza di lavoro ( basta ricordare in 10 anni quanti abitanti ha perso )
Con la presente desideriamo sollecitare l’intervento viario , ricordando che queste strade non sarebbero solo di miglioramento perla sicurezza delle persone e miglioramento dello stato sociale dei cittadini ma sono strategiche in quanto alleggerirebbero di molto il flusso viario della A 19 / A18/A20 per i veicoli che dalla provincie di Enna , del Calatino e parte del Ragusano si dirigono nella fascia tirrenica della Sicilia , sarebbero pure strade alternative in caso di disastro ambientale per raggiungere con mezzi di soccorso in tempi brevi i luoghi colpiti .
Con la presente, inoltre , chiediamo di conoscere perché le strade indicate non sono rientrate negli interventi programmati dalla Regione Sicilia. Desideriamo portare all’attenzione delle istituzioni in indirizzo, per evitare che queste somme vengano distolte e destinate ad interventi meno importanti per l’indotto economico, onde evitare come sostiene una corrente di pensiero politico “ le strade non portano voti meglio non farle “ . L’uso inefficiente delle risorse economiche in questo particolare momento rappresenterebbe un ulteriore danno e per la nostra provincia e in questo momento storico ed economico diverrebbe un vero e proprio dramma!
Il Presidente Prov.le FITA CNA Enna f.to Giuseppe Glorioso

Visite: 157

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI