IX EDIZIONE DELLA FESTA DEL LIBRO E DELLA LETTURA DI ENNA UNA SEI GIORNI DI LETTURE, POESIA, LABORATORI E SPETTACOLI PER GRANDI E PICCINI

IX EDIZIONE DELLA FESTA DEL LIBRO E DELLA LETTURA DI ENNA

UNA SEI GIORNI DI LETTURE, POESIA, LABORATORI E SPETTACOLI PER GRANDI E PICCINI

La IX edizione della Festa del Libro e della Lettura di Enna si è conclusa così come si era aperta, con la Poesia. La cerimonia conclusiva, al Cine Teatro Grivi , sulle note di “Poesie di Luce” di Sonia Maria Luce Possentini , che sul monito di Bruno Tognolini, che aveva tenuto a bettesimo la manifestazione e aveva detto , ha visto partecipare centinaia di ragazzi e adulti. Musica e immagini hanno accompagnato il pubblico presente in un impalpabile viaggio nella Bellezza. La sei giorni, dedicata al Libro e alla Lettura, organizzata dall’Istituto Comprensivo “Santa Chiara”, guidato dalla dirigente, Maria Concetta Messina, con il patrocinio del Comune di Enna, del Club per l’UNESCO di Enna e della Società Dante Alighieri ha messo insieme , in rete, undici istituti scolastici, 6000 studenti, 9 comuni , tra i quali Enna, Calascibetta, Catenanuova, Cerami, Gagliano, Leonforte, Troina, Valguarnera e San Cataldo, in provincia di Caltanissetta, 40 ospiti, scrittori, illustratori, attori, autori, poeti che hanno partecipato ai 60 incontri in calendario, 8 presentazioni di libri, 18 spettacoli, 30 sponsor privati e 20 associazioni che hanno collaborato, le librerie e le biblioteche della città. Difficile, se non impossibile, raccontare le tante emozioni che hanno pervaso questi sei giorni, Dalle letture fatte con le mamme in gravidanza , a quelle per i più piccoli che frequentano il nido, a quelle in geriatria e in pediatria. La Festa ha fatto tappa, anche, alla casa Circondariale di Enna e ha incontrato, con lo scrittore e illustratore iracheno Fuad Aziz, i giovani immigrati che frequentano i corsi del C.P.I.A . La città è stata invasa da migliaia di studenti, piccoli e grandi che hanno partecipato a laboratori e spettacoli. Emozioni e commozione per la testimonianza dello scrittore Danilo Ferrari,lo scrittore che comunica con gli occhi, autore del libro “Il coraggio è una cosa”. Danilo, affetto da una grave tetra paresi, ha testimoniato le sua grande forza e voglia di vivere.

< Ciao Danilo, mi chiamo Gianmaria – ha raccontato dal Palco del Grivi uno studente del Liceo Classico Colajanni di Enna – Ti ho osservato dal momento in cui sei entrato in sala, non ho trovato un termine adatto per descriverti se non “ossimoro”. Si, sei un ossimoro che respira , non puoi parlare ma comunichi, non puoi muoverti ma hai dato schiaffi morali a tutti i presenti. Sei arrivato con una tranquillità così violenta da farmi sentire a disagio. Il cuore di un essere umano – ha continuato lo studente - batte , in media, 60 volte al minuto. I tuoi sono 60 atti di coraggio, 60 esempi di forza. Non so se dirti grazie o esigere delle scuse perche mi hai ferito. I tuoi gemiti mi causavano male allo stomaco. Mi hai scosso. Sei stato meravigliosamente pesante>.

“Oggi sono rinata professionalmente – ha detto un’insegnate presente in sala – Ho ritrovato quell’energia che avevo perduto. Grazie” .

E poi ci sono quegli sguardi dei bambini, appena fuori il cine teatro, dopo avere partecipato allo spettacolo di Gek Tessaro, anche lui una presenza costante alla Festa del Libro, o avere ascoltato le testimonianze dei volontari della Biblioteca vivente. Felicità e gioia. Quella di avere visto un piccolo miracolo del racconto, senza artifici ed effetti speciali.

Impossibile raccontare tutto. Per chi l’ha vissuta, questa IX edizione della festa del Libro, c’è la testimonianza della forza della parola, dell’illustrazione, della poesia che ha incantato i più piccoli e risvegliato antiche passioni nei più grandi. Ma la vera forza di questa Festa sono stati i volontari, le mamme e i papà dell’associazione Amici della Festa del Libro- il Sasso nello stagno, e tanti altri che hanno accolto, accompagnato, guidato gli autori. Un vero e proprio esercito silenzioso che ha permesso che, ancora una volta, questo piccolo sogno si realizzasse.

“Si fa fatica a fare – dice la maestra Fenisia Mirabella, del comitato organizzatore – Ma stiamo seminando in questa generazione che sono l’oggi e non il domani. Siamo stanchi ma felici di avere , ancora una volta portato ad Enna tra i più prestigiosi rappresentanti della letteratura, poesia e illustrazione per l’infanzia e non”.

“ L’appuntamento – ricorda Fenisia, che è anche parte attiva del Club Unesco di Enna – è il 23 aprile quando in tutto il mondo si celebra la Giornata mondiale del Libro”.

Visite: 224

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI