Impresa: in provincia di Enna sempre più giovane e rosa

Le “quote rosa” tra le imprese guidate da giovani sono (quasi) una realtà: il 29% delle attività di under 35 ha infatti una donna al comando. Complessivamente sono 154mila le giovani donne a capo di una impresa in Italia, una ogni 12 aziende femminili. Campania e Lombardia si contendono il primato per la presenza di imprese femminili di under 35, distanziando Lazio e Sicilia. Ma sono Umbria e Friuli Venezia Giulia le regioni che si piazzano al vertice della classifica per tasso di femminilizzazione delle imprese giovanili.

Questi alcuni degli spunti che emergono dalla lettura dei dati dell’Osservatorio per l’imprenditoria femminile di UnioncamereInfoCamere, resi noti a ridosso dell’avvio dell’undicesima edizione del Giro d’Italia delle donne che fanno impresa, l’iniziativa organizzata da Unioncamere insieme ai Comitati per l’imprenditorialità femminile delle Camere di commercio.

Il Giro partirà lunedì da Macerata, per toccare poi Salerno (7 giugno), Siena (8 giugno), Trento (11 giugno), Foggia (18 giugno), Campobasso (19 giugno), Catanzaro (25 giugno), Perugia (26 giugno), Cosenza (28 giugno). Obiettivo dell’iniziativa: informare, formare e sensibilizzare imprenditrici e aspiranti tali intorno alle problematiche specifiche delle imprese guidata da donne e alla concrete opportunità offerte dal “mettersi in proprio”.

Insieme a una maggior presenza nel mondo dell’impresa giovanile rispetto alle colleghe “anziane” (il cui peso sul totale delle imprese sfiora il 22%), le under 35 stanno “invadendo” anche settori tradizionalmente maschili: le attività finanziarie e assicurative, le immobiliari, quelle artistiche, sportive e di intrattenimento e quelle professionali, scientifiche e tecniche. Tutti ambiti nei quali le imprenditrici giovani incidono per quasi un terzo sul totale delle imprese giovanili, mentre le imprese femminili totali rappresentano più o meno il 20% del totale del tessuto produttivo nazionale.

Se le grandi aree metropolitane, Roma, Napoli, Milano, Torino, Bari e Salerno restano ovviamente terra d’elezione per la diffusione delle imprese anche delle under 35, alcune province più piccole, come Livorno, Pordenone, Grosseto, Frosinone, La Spezia, Viterbo, Chieti, Prato, Benevento, Latina, Siracusa, Terni, Rovigo registrano una presenza di giovani imprenditrici ben superiore alla media nazionale, compresa tra il 34 e il 32%.

Un’altra componente che sta rinnovando il volto dell’impresa femminile in Italia è quella straniera. Oltre 141mila le imprenditrici con passaporto estero a fine marzo scorso, quasi il 24% delle 590mila imprese italiane create da cittadini provenienti da altri Paesi. Lombardia, Lazio e Toscana le regioni in cui le imprese femminili straniere sono più diffuse con il Molise al primo posto della classifica per tasso di femminilizzazione delle imprese straniere. Roma, Milano, Torino e Firenze le province in cui esse sono più presenti. Enna, Benevento, Potenza e Prato, invece, quelle in cui la loro incidenza è maggiore rispetto al totale delle imprese gestite da cittadini non italiani.

Imprese giovanili femminili e tasso di femminilizzazione per regioni

Dati al 31 marzo 2018

Imprese giovanili

Imprese giovanili femminili

Tasso di femminilizzazione imprese giovanili femminili

ABRUZZO

12.703

3.943

31,04%

BASILICATA

6.018

1.825

30,33%

CALABRIA

23.003

6.551

28,48%

CAMPANIA

71.392

20.503

28,72%

EMILIA ROMAGNA

30.424

8.633

28,38%

FRIULI-VENEZIA GIULIA

6.831

2.147

31,43%

LAZIO

55.474

16.079

28,98%

LIGURIA

12.341

3.388

27,45%

LOMBARDIA

72.278

19.814

27,41%

MARCHE

12.563

3.707

29,51%

MOLISE

3.424

1.043

30,46%

PIEMONTE

36.766

10.439

28,39%

PUGLIA

39.380

11.314

28,73%

SARDEGNA

15.039

4.404

29,28%

SICILIA

53.177

15.733

29,59%

TOSCANA

31.651

9.754

30,82%

TRENTINO – ALTO ADIGE

8.478

2.008

23,68%

UMBRIA

7.293

2.296

31,48%

VALLE D’AOSTA

1.041

295

28,34%

VENETO

33.336

9.888

29,66%

Totale

532.612

153.764

28,87%

Fonte: Osservatorio Imprenditoria Femminile di Unioncamere – InfoCamere

Imprese giovanili femminili e tasso di femminilizzazione per settori

Dati al 31 marzo 2018

Settori

Imprese giovanili

Imprese giovanili femminili

Tasso di femminilizzazione imprese giovanili

A Agricoltura, silvicoltura pesca

51.987

13.032

25,07%

B Estrazione di minerali da cave e miniere

60

13

21,67%

C Attività manifatturiere

29.681

8.269

27,86%

D Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condiz…

499

132

26,45%

E Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione d…

610

132

21,64%

F Costruzioni

67.496

6.310

9,35%

G Commercio all’ingrosso e al dettaglio; riparazione di aut…

147.273

43.234

29,36%

H Trasporto e magazzinaggio

10.331

2.021

19,56%

I Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione

56.285

19.469

34,59%

J Servizi di informazione e comunicazione

11.509

2.545

22,11%

K Attività finanziarie e assicurative

13.101

4.232

32,30%

L Attività immobiliari

8.440

2.587

30,65%

M Attività professionali, scientifiche e tecniche

14.816

4.465

30,14%

N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imp…

24.147

6.480

26,84%

P Istruzione

1.620

754

46,54%

Q Sanità e assistenza sociale

2.903

1.592

54,84%

R Attività artistiche, sportive, di intrattenimento e diver…

7.782

2.365

30,39%

S Altre attività di servizi

30.590

18.792

61,43%

Altri settori

53.482

17.340

32,42%

Totale

532.612

153.764

28,87%

Fonte: Osservatorio Imprenditoria Femminile di Unioncamere – InfoCamere

Imprese straniere e straniere femminili e tasso di femminilizzazione per regione

Imprese straniere

Imprese straniere femminili

Tasso di femminilizzazione imprese straniere femminili

ABRUZZO

13.818

4.342

31,42%

BASILICATA

2.120

745

35,14%

CALABRIA

14.753

3.765

25,52%

CAMPANIA

44.478

10.360

23,29%

EMILIA ROMAGNA

52.033

11.829

22,73%

FRIULI-VENEZIA GIULIA

11.913

3.081

25,86%

LAZIO

77.783

17.217

22,13%

LIGURIA

20.662

3.965

19,19%

LOMBARDIA

114.724

24.425

21,29%

MARCHE

15.932

4.386

27,53%

MOLISE

2.148

766

35,66%

PIEMONTE

42.908

10.073

23,48%

PUGLIA

18.787

4.976

26,49%

SARDEGNA

10.337

2.432

23,53%

SICILIA

27.478

7.829

28,49%

TOSCANA

55.225

14.876

26,94%

TRENTINO – ALTO ADIGE

7.355

1.701

23,13%

UMBRIA

8.218

2.317

28,19%

VALLE D’AOSTA

680

184

27,06%

VENETO

49.033

11.798

24,06%

Totale

590.385

141.067

23,89%

Fonte: Osservatorio Imprenditoria Femminile di Unioncamere – InfoCamere

Imprese totali e femminili e tasso di femminilizzazione per regione

Imprese totali

Imprese femminili registrate

Tasso di femminilizzazione

ABRUZZO

147.733

38.145

25,82%

BASILICATA

59.841

15.997

26,73%

CALABRIA

185.474

43.514

23,46%

CAMPANIA

586.629

134.497

22,93%

EMILIA ROMAGNA

454.212

93.393

20,56%

FRIULI-VENEZIA GIULIA

102.505

22.912

22,35%

LAZIO

651.474

143.272

21,99%

LIGURIA

162.256

35.784

22,05%

LOMBARDIA

957.162

177.588

18,55%

MARCHE

170.612

38.870

22,78%

MOLISE

35.227

9.834

27,92%

PIEMONTE

432.743

96.754

22,36%

PUGLIA

379.465

87.406

23,03%

SARDEGNA

168.594

38.377

22,76%

SICILIA

463.044

112.848

24,37%

TOSCANA

412.523

95.097

23,05%

TRENTINO – ALTO ADIGE

108.883

19.294

17,72%

UMBRIA

94.000

23.334

24,82%

VALLE D’AOSTA

12.361

2.891

23,39%

VENETO

485.453

96.327

19,84%

Totale

6.070.191

1.326.134

21,85%

Fonte: Osservatorio Imprenditoria Femminile di Unioncamere – InfoCamere

Imprese giovanili femminili e tasso di femminilizzazione per provincia

Dati al 31 marzo 2018

Provincia

Imprese giovanili femminili

Tasso di femminilizzazione imprese giovanili femminili

Provincia

Imprese giovanili femminili

Tasso di femminilizzazione imprese giovanili femminili

AGRIGENTO

1.335

27,27%

MESSINA

2.059

30,94%

ALESSANDRIA

876

28,92%

MILANO

6.662

25,99%

ANCONA

999

29,40%

MODENA

1.423

29,19%

AOSTA

295

28,34%

MONZA E BRIANZA

1.499

26,33%

AREZZO

929

31,83%

NAPOLI

10.051

27,96%

ASCOLI PICENO

573

31,50%

NOVARA

839

30,32%

ASTI

507

25,66%

NUORO

986

29,36%

AVELLINO

1.561

31,19%

ORISTANO

300

24,69%

BARI

4.242

28,24%

PADOVA

1.921

29,53%

BELLUNO

333

28,36%

PALERMO

3.565

29,49%

BENEVENTO

1.214

32,26%

PARMA

901

29,66%

BERGAMO

2.308

29,19%

PAVIA

1.115

28,02%

BIELLA

335

27,44%

PERUGIA

1.696

31,24%

BOLOGNA

1.697

27,74%

PESARO E URBINO

773

30,47%

BOLZANO

868

21,33%

PESCARA

974

29,60%

BRESCIA

2.928

29,77%

PIACENZA

591

30,70%

BRINDISI

1.119

29,60%

PISA

1.074

31,05%

CAGLIARI

1.715

30,11%

PISTOIA

806

30,63%

CALTANISSETTA

769

27,30%

PORDENONE

557

34,17%

CAMPOBASSO

721

30,32%

POTENZA

1.142

30,28%

CASERTA

3.469

28,58%

PRATO

1.010

32,32%

CATANIA

3.656

30,00%

RAGUSA

1.118

28,51%

CATANZARO

1.253

28,88%

RAVENNA

723

29,21%

CHIETI

1.083

32,38%

REGGIO DI CALABRIA

1.874

27,83%

COMO

939

25,67%

REGGIO EMILIA

1.103

24,62%

COSENZA

2.240

29,51%

RIETI

441

29,90%

CREMONA

685

28,27%

RIMINI

752

28,88%

CROTONE

732

29,21%

ROMA

11.006

27,67%

CUNEO

1.678

28,74%

ROVIGO

679

32,09%

ENNA

547

28,88%

SALERNO

4.208

28,94%

FERMO

489

31,75%

SASSARI

1.403

29,41%

FERRARA

760

30,97%

SAVONA

668

27,88%

FIRENZE

2.236

28,19%

SIENA

639

31,49%

FOGGIA

2.127

28,48%

SIRACUSA

1.288

32,20%

FORLI’ – CESENA

683

27,81%

SONDRIO

383

29,81%

FROSINONE

1.666

32,94%

TARANTO

1.545

31,39%

GENOVA

1.565

25,86%

TERAMO

1.001

31,90%

GORIZIA

243

31,31%

TERNI

600

32,19%

GROSSETO

695

33,90%

TORINO

5.454

27,97%

IMPERIA

569

26,90%

TRAPANI

1.396

29,59%

ISERNIA

322

30,78%

TRENTO

1.140

25,86%

LA SPEZIA

586

32,94%

TREVISO

1.573

28,53%

L’AQUILA

885

30,22%

TRIESTE

340

29,59%

LATINA

1.928

32,26%

UDINE

1.007

30,74%

LECCE

2.281

27,86%

VARESE

1.488

26,71%

LECCO

585

27,87%

VENEZIA

1.561

29,84%

LIVORNO

871

34,52%

VERBANIA

318

30,46%

LODI

401

28,38%

VERCELLI

432

30,99%

LUCCA

945

29,45%

VERONA

2.188

29,85%

MACERATA

873

26,71%

VIBO VALENTIA

452

24,63%

MANTOVA

821

29,50%

VICENZA

1.633

29,88%

MASSA CARRARA

549

30,95%

VITERBO

1.038

32,53%

MATERA

683

30,41%

Totale

153.764

28,87%

Fonte: Osservatorio Imprenditoria Femminile di Unioncamere – InfoCamere

Imprese straniere femminili e tasso di femminilizzazione per provincia

Dati al 31 marzo 2018

Provincia

Imprese straniere femminili

Tasso di femminilizzazione imprese straniere femminili

Provincia

Imprese straniere femminili

Tasso di femminilizzazione imprese straniere femminili

AGRIGENTO

972

30,29%

MESSINA

1.072

27,76%

ALESSANDRIA

972

23,52%

MILANO

11.527

21,00%

ANCONA

1.148

26,52%

MODENA

1.999

23,64%

AOSTA

184

27,06%

MONZA E BRIANZA

1.434

19,88%

AREZZO

1.040

25,77%

NAPOLI

4.455

19,34%

ASCOLI PICENO

639

34,12%

NOVARA

754

22,39%

ASTI

531

23,38%

NUORO

382

25,78%

AVELLINO

950

35,51%

ORISTANO

162

31,64%

BARI

1.555

29,39%

PADOVA

2.354

26,02%

BELLUNO

333

26,22%

PALERMO

1.597

22,93%

BENEVENTO

654

40,88%

PARMA

1.198

23,31%

BERGAMO

2.245

22,54%

PAVIA

1.077

21,30%

BIELLA

265

24,33%

PERUGIA

1.828

27,76%

BOLOGNA

2.597

22,90%

PESARO E URBINO

927

24,15%

BOLZANO

879

21,61%

PESCARA

1.123

28,83%

BRESCIA

3.076

23,18%

PIACENZA

715

21,68%

BRINDISI

426

27,75%

PISA

1.171

21,40%

CAGLIARI

905

19,71%

PISTOIA

938

24,57%

CALTANISSETTA

342

27,58%

PORDENONE

709

25,20%

CAMPOBASSO

553

36,26%

POTENZA

494

38,03%

CASERTA

2.607

27,10%

PRATO

3.424

36,31%

CATANIA

1.497

30,48%

RAGUSA

738

29,67%

CATANZARO

922

24,93%

RAVENNA

935

20,97%

CHIETI

1.116

34,66%

REGGIO DI CALABRIA

1.083

22,58%

COMO

1.002

22,04%

REGGIO EMILIA

1.561

19,46%

COSENZA

1.278

28,24%

RIETI

289

28,64%

CREMONA

623

19,29%

RIMINI

1.166

25,54%

CROTONE

278

27,72%

ROMA

13.926

20,98%

CUNEO

999

24,79%

ROVIGO

714

28,49%

ENNA

266

41,30%

SALERNO

1.694

22,46%

FERMO

607

33,99%

SASSARI

983

26,21%

FERRARA

792

25,85%

SAVONA

610

18,83%

FIRENZE

4.652

26,56%

SIENA

606

26,29%

FOGGIA

825

27,06%

SIRACUSA

648

33,30%

FORLI’ – CESENA

866

23,48%

SONDRIO

210

24,36%

FROSINONE

1.142

32,68%

TARANTO

459

28,28%

GENOVA

2.053

18,24%

TERAMO

1.431

31,76%

GORIZIA

330

23,93%

TERNI

489

29,96%

GROSSETO

725

31,59%

TORINO

5.910

23,28%

IMPERIA

747

19,07%

TRAPANI

697

31,50%

ISERNIA

213

34,19%

TRENTO

822

25,01%

LA SPEZIA

555

24,67%

TREVISO

2.118

23,06%

L’AQUILA

672

30,59%

TRIESTE

643

24,69%

LATINA

1.190

27,74%

UDINE

1.399

27,35%

LECCE

1.711

23,47%

VARESE

1.506

20,81%

LECCO

379

20,03%

VENEZIA

2.046

23,68%

LIVORNO

849

23,70%

VERBANIA

271

26,11%

LODI

364

17,91%

VERCELLI

371

23,32%

LUCCA

967

22,32%

VERONA

2.505

22,80%

MACERATA

1.065

25,93%

VIBO VALENTIA

204

27,98%

MANTOVA

982

21,68%

VICENZA

1.728

23,36%

MASSA CARRARA

504

20,63%

VITERBO

670

25,65%

MATERA

251

30,57%

Totale

141.067

23,89%

Fonte: Osservatorio Imprenditoria Fem

Visite: 373

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI