Impianti Sportivi per gli enti locali 200 milioni di euro per mutui agevolati

Impianti sportivi, al via le domande per 200 milioni di euro di mutui agevolati
Da oggi e fino al 28 ottobre 2017 i Comuni potranno inviare la propria candidatura per accedere ai 200 milioni di euro di mutui agevolati previsti dal bando “Sport missione Comune” per costruire e riqualificare palestre, campi all’aperto e piste ciclabili comunali.
Le domande andranno presentate all’indirizzo Pec icsanci2017@legalmail.it.
Impianti sportivi: il Bando ‘Sport Missione Comune’
Il bando, frutto di una convenzione tra l’Istituto per il Credito Sportivo (ICS) e ANCI, ha una dotazione di 200 milioni di euro che si divide in due plafond: il primo, pari a 100 milioni, sarà offerto ai Comuni con mutui a tasso zero, il secondo plafond, per altri 100 milioni, verrà erogato ad enti locali e privati nell’ambito di operazioni di partenariato pubblico-privato a tasso agevolato.
I 100 milioni di mutui a tasso zero consentiranno, entro la fine del 2017, la definitiva realizzazione di progetti già in fase avanzata. Di questi 100 milioni di euro la metà (50 milioni) sarà riservata ad interventi realizzati dai Comuni delle aree interne e dalle Unioni di Comuni.
Ciascun ente potrà presentare una o più istanze, ognuna relativa ad un solo progetto o lotto funzionale, che godranno del totale abbattimento della quota interessi nel limite massimo complessivo di 2 milioni di euro di mutui (4 milioni per i comuni capoluogo e le unioni di comuni).
I mutui avranno una durata massima di 15 anni; nel caso in cui i mutui abbiano durate superiori e fino ad un massimo di 30 anni il contributo concesso a totale abbattimento della quota interessi sarà calcolato sulla durata massima di 15 anni e distribuito in quote di eguale importo su tutta la durata del piano d’ammortamento.
Strutture per lo sport: i requisiti richiesti
E’ possibile richiedere l’ammissione a contributo per progetti definitivi o esecutivi relativi a: costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, anche a servizio delle scuole, comprese le piste ciclabili, ivi compresa l’acquisizione delle aree e degli immobili destinati all’attività sportiva.
I progetti, inoltre, dovranno essere muniti di parere favorevole rilasciato dal CONI.
I lavori relativi agli interventi ammessi a contributo dovranno iniziare entro il termine di sei mesi dalla data di stipula del contratto di mutuo ed essere ultimati entro diciotto mesi dalla stipula del contratto di mutuo.
Sono ammesse a contributo le spese per: lavori, opere civili ed impiantistiche, progettazione e direzione lavori dell’intervento, l’acquisto di attrezzature sportive, materiali, aree su cui realizzare la struttura o immobili da destinare alle attività sportive.
Entro 20 giorni dal 28 ottobre, l’esito delle domande sarà pubblicato sui siti dell’Anci e dell’ISC.

Visite: 519

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI