IL WRC RALLY ITALIA SARDEGNA OTTIENE LA MASSIMA CERTIFICAZIONE AMBIENTALE FIA

IL WRC RALLY ITALIA SARDEGNA OTTIENE LA MASSIMA CERTIFICAZIONE AMBIENTALE FIA

La Federazione Internazionale dell’Automobile assegna al Rally Italia Sardegna – unica tappa italiana del Mondiale Rally – le tre stelle che certificano la massima compatibilità ambientale della manifestazione organizzata dall’Automobile Club d’Italia. L’appuntamento tricolore con il WRC diventa, così, un’eccellenza tra le gare del calendario iridato. Nell’ultima edizione – che ha richiamato tifosi, team ed equipaggi dal 7 al 10 giugno sull’isola sarda – gli esaminatori internazionali hanno attribuito il massimo dei voti all’evento, consegnando all’ACI il “FIA Action Environment” che corona il percorso di crescita del Rally Italia Sardegna, dopo il “Commitment to Excellence” (2016) e il “Progress Toward Excellence” (2017), che già sottolineavano il basso impatto ambientale della corsa e la grande cura del territorio ospite della competizione sportiva.

Il FIA Action Environment premia il programma strutturato di interventi a marchio ACI, coordinato dagli esperti dell’Area Tecnica dell’Automobile Club d’Italia, articolato su tre elementi chiave:

– il programma formativo “WRC nelle Scuole”, svolto negli istituti primari e secondari dei Comuni coinvolti dal Rally Italia Sardegna, con giornate ed eventi di sensibilizzazione sul tema della sostenibilità ambientale per trasformare i ragazzi in “tutor ambientali”;

– l’attenta gestione dei rifiuti, con azioni specifiche sulle modalità di trattamento e di riciclo, unitamente a un piano di sensibilizzazione degli utenti coinvolti dalla manifestazione sportiva;

– il monitoraggio delle emissioni nocive con il calcolo del Carbon Footprint: i dati ricavati sono stati validati ed analizzati anche con il contributo degli studenti coinvolti nel programma “WRC nelle Scuole”.

“Sono orgoglioso di questo premio – ha dichiarato il Presidente di ACI, Angelo Sticchi Damiani – che riconosce i nostri sforzi e corona tutto l’impegno attuato a livello nazionale e territoriale. Abbiamo investito molto nell’evento, con l’obiettivo di implementare un Sistema di Gestione Ambientale che rappresenti un punto di riferimento per tutti gli eventi motoristici. In qualità di Federazione sportiva, intendiamo estendere il percorso virtuoso della certificazione ambientale, intrapreso con il Rally d’Italia Sardegna, a tutte le manifestazioni motoristiche che organizziamo nel Paese durante l’anno. Per ACI, la sicurezza ed il rispetto dell’ambiente rappresentano le basi della sostenibilità di ogni evento sportivo”.

Visite: 244

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI