Il Vice Presidente dell’Ars Antonio Venturino sulla situazione Sanità in provincia di Enna

Il direttore generale dell’Asp di Enna Giovanna Fidelio si è insediato già da alcuni mesi e di conseguenza dovrebbe conoscere bene le criticità e le problematicità relative alla sanità ennese, ma non ci risulta che siano cambiate le cose, a partire dalla questione degli ospedali riuniti che rappresentano uno snodo fondamentale nell’ottica del riordino delle rete ospedaliera voluto dall’assessorato alla Salute”. Lo afferma il vice presidente dell’Ars Antonio Venturino con riferimento all’ennesima riunione che si è svolta mercoledì in presenza di alcuni sindaci del territorio.

“Sappiamo tutti che gli ospedali del comprensorio vanno potenziati e migliorati, anche attraverso le dotazioni organiche e il potenziamento degli strumenti diagnostici – prosegue Venturino – ma la ricerca delle soluzioni per dare risposte ai cittadini è affidata anche al direttore generale Fidelio che verrà ascoltato, così come ho richiesto al presidente della sesta commissione Sanità dell’Ars martedì prossimo. In quella occasione – conclude Venturino – potremo anche approfondire e capire come mai ancora, nonostante il protocollo d’intesa firmato nel settembre 2014, non sia partita la convenzione con la Lega italiana per la lotta contro i tumori per mettere a disposizione alcuni locali dell’ospedale Chiello di Piazza Armerina destinati alla prevenzione delle malattie oncologiche”.

 

 

 

 

 

 

Visite: 549

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI