Il Vice Capo Vicario della Polizia Luigi Savina in visita alla Questura di Enna

Venerdì 13 maggio p.v., a Piazza Armerina (EN), presso il Teatro “Garibaldi”, alle ore 16: 30 si è tenuta la XIV edizione del Premio Rocco Chinnici, culminata con la cerimonia per la premiazione dei vincitori del settore “A”, che comprende personalità di rilievo della società civile.

Tra i premiati figura il. Vice Capo Vicario della Polizia- Vice Direttore Generale della Pubblica sicurezza, Prefetto Luigi Savina.

Il Prefetto Luigi Savina, oggi Vice Capo della Polizia Vicario, sin dall’inizio della sua carriera, ha diretto importanti uffici operativi, portando a compimento rilevanti indagini contro la criminalità organizzata, anche di stampo mafioso, che hanno consentito di effettuare numerosissimi arresti, tra cui quelli di personaggi mafiosi di primo piano.

Nel 1981 ricopre il primo incarico: Dirigente della Sezione Omicidi presso la Squadra Mobile della Questura di Venezia, poi Vice Dirigente di quella Squadra Mobile, struttura investigativa fortemente impegnatai nel contrasto alla Mafia del Brenta.

Dal 1989 al 1991 ricopre il ruolo di dirigente della sezione omicidi presso la Squadra Mobile di Palermo, quando nella città gli omicidi di mafia erano oltre un centinaio l’anno e numerosissimi anche quelli di “lupara bianca”.

Successivamente, dal 1991 al 1993, ricopre l’incarico di Dirigente della Squadra Mobile della Questura di Pescara, conducendo la prima operazione antimafia in Abruzzo.

Dopo un anno a Roma presso lo S.C.O. (Servizio Centrale Operativo), si trasferisce a Palermo con le funzioni di Dirigente della Squadra Mobile, ove presta servizio dal 1994 al 1997. Qui, fu protagonista degli arresti dei boss di Cosa Nostra Giovanni Brusca e Pietro Aglieri.

Visite: 577

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI