Il sorriso di Gogol regala una speranza alla piccola Nhaima

Quando si dice che il Sorriso ti salva la vita. E’ proprio quello che è accaduto alla piccola Nhaima da quando è nata e che Gogòl segue, da circa un anno, grazie al suo Ambasciatore del Sorriso Matteo che già la seguiva grazie al supporto dell’associazione Amici delle Missioni di Acireale. Ed oggi l’omino giallo le ha regalato un grande sorriso. Infatti grazie a Gogol la ragazzina proveniente dalla Guinea Bissau e che dalla nascita ha delle malformazioni agli arti, sarà seguita anche dal Progetto Gogòl. Tutto ciò grazie alla RO.GA di Enna, struttura leader in Italia nella realizzazione di protesi e dove Nhaima dal prossimo 17 luglio inizierà un percorso completo fisioterapico – riabilitativo che la porterà a poter indossare delle protesi che le consentiranno di poter avere una vita come tutti gli altri bambini.Il progetto Gogol avvierà una campagna di raccolta fondi per pagare le spese di vitto ed alloggio per la bambina e la mamma nella loro permanenza a Enna. Una storia quella di Nhaima iniziata due anni fa, che tocca veramente il cuore. Arriva in Italia grazie il ripostese Matteo Rizzo nella vita di tutti i giorni geometra ma per vocazione “angelo laico”. Tra i sui tanti viaggi in Guinea con l’associazione Amici delle Missioni che da 20 anni svolge in questo stato centrafricano attività umanitaria a tutto tondo, nota questa ragazzina emarginata e che aveva tanto di bisogno di aiuto. Così grazie alla disponibilità dell’associazione Amici delle Missioni, decide di “adottarla”. E quando si dice che “chi è ricco di amici è scarso di guai”, grazie ad amici spagnoli conosciuti durante la sua esperienza al Cammino di Santiago, riceve la notizia che un medico chirurgo di Valencia, il professore Pedro Cavadas, è pronto ad aiutare la bambina e ad operarla gratuitamente. Inizia il viaggio della speranza di Nhaima e la mamma e Matteo a Valencia con una degenza di ben sette mesi e 4 interventi chirurgici che le consentono al termine di questo lasso di tempo di poter in parte recuperare la mobilità di gambe e mani. Ed in tutto questo percorso grazie alla catena di solidarietà che riesce a creare attraverso “amici di amici”, l’incontro con Gogòl. Con l’omino giallo inizia così un rapporto sempre più solido e stretto. Sino a quello di qualche giorno fa quando grazie all’ambasciatore del sorriso Nhaima dapprima è stata accolta allo stadio Gaeta di Enna da una “valanga” di affetto di circa 500 ragazzi del Grest del Duomo organizzato dal vulcanico Don Giuseppe Rugolo, dai ragazzi della 4A di Villarosa e successivamente l’incontro con Rosario Gagliano della RO.GA che si è messo totalmente e gratuitamente a disposizione per dare una speranza a questa ragazza dal sorriso magnetico, garantendole protesi di ultima generazione e specifica fisioterapia con appuntamenti con cadenza annuale seguendone la crescita. Adesso la città di Enna e non solo è chiamata a dare ancora una volta e come sempre ha fatto ultimamente nelle iniziative Gogol, un forte segnale di solidarietà ma soprattutto di speranza ed ottimismo. E tutti siamo sicuri che lo farà.

Visite: 1968

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI