Il sindaco di Enna Maurizio Dipietro sula riapertura del viale Caterina Savoca

Questo il testo della dichiarazione del sindaco di Enna Maurizio Dipietro apparsa stamattina sul suo profilo Facebook riguardo alla riapertura del viale Caterina Savoca

Domattina, alle ore 9.00, il Viale Paolo e Caterina Savoca riaprirà!
Probabilmente per l’assenza pluridecennale di manutenzione adeguata, ne era crollata una parte
nel novembre di due anni fa. Inutile dire che il crollo ci angosciò, sembrava anche un cattivo presagio: una Città in stato di abbandono che si sbriciolava innanzi i nostri occhi! Ma non ci siamo demoralizzati, ci siamo rimboccati le maniche e ci siamo messi al lavoro.
Abbiamo, per prima cosa, chiesto e ottenuto il finanziamento necessario per realizzare i lavori; con le somme del bilancio comunale non avremmo reperito il milione e mezzo di euro necessario. Per quanto possa apparire incredibile, in passato mai nessuno ci aveva pensato. Per far ciò abbiamo chiesto ed ottenuto lo stato di emergenza e quello di calamità che sono stati i presupposti per la concessione del finanziamento, ottenuto il quale abbiamo delegato alla
Regione Siciliana – Dipartimento Regionale della Protezione Civile l’esecuzione dei lavori.
Senza un euro del bilancio comunale (nel solco di una delle principali missions della mia amministrazione, l’acquisizione di finanziamenti esterni: ad oggi abbiamo ottenuto circa 28 milioni di euro con i quali cambieremo il volto della Città) abbiamo ricostruito un’arteria fondamentale per la viabilità cittadina, dimostrando che, con un po’ di buona volontà e di competenza, si può non attendere un decennio per la ricostruzione di una strada!
Grazie a tutti gli operatori commerciali, artigiani, residenti della zona e non, che hanno pazientato, confidando nella bontà e nella tempestività del nostro lavoro.
Grazie a tutte le amministrazioni coinvolte nel procedimento (dal Comune, alla Regione, al Governo nazionale), e alla Presidenza del Consiglio dei Ministri che ci ha concesso le somme necessarie alla realizzazione dell’opera.
Grazie al Capo del Dipartimento della Protezione Civile Regionale, ingegnere Calogero Foti, senza il cui impegno non avremmo raggiunto l’obiettivo.
Grazie a tutti i tecnici che si sono impegnati per la redazione dei progetti, nelle loro fasi, e soprattutto al professore Castelli dell’Università Kore che, sin dal primo giorno, ha messo a disposizione la sua professionalità.
Grazie a tutti i tecnici e all’impresa che si sono impegnati per l’esecuzione dei lavori, a cominciare dal responsabile unico del procedimento, architetto Vigore.
Grazie agli Assessori che mi hanno fruttuosamente collaborato in quest’opera: Gaetana Palermo e Dante Ferrari.
E, per ultimo, ma biblicamente per ultimo, grazie a chi ha reso possibile tutto ciò: Lorenzo Colaleo, responsabile del C.O.C. (Centro Operativo Comunale), che ha lavorato, sin dalla mattina del crollo, per mettere insieme il tavolo tecnico dal quale è partita l’azione amministrativa e che mi ha suggerito, volta per volta, le soluzioni migliori ai problemi che si frapponevano. Ma grazie a Lorenzo Colaleo, che allora mi era politicamente avversario, anche per avere dimostrato nei fatti che “il bene della Città”, non è quell’esercizio dialettico abusato e talvolta un po’ ipocrita che in tanti praticano, ma è un valore superiore alle divisioni politiche che, nelle grandi questioni, cementa l’appartenenza ad una collettività.
Mi piace pensare che la ricostruzione del Viale simboleggi anche la rinascita della nostra Città, ragione prima del nostro impegno amministrativo. Invito tutti coloro che domani mattina vorranno e potranno essere presenti all’inaugurazione del Viale alle 9,00 al piazzale del Castello.

Visite: 232

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI