Il Senatore Barbara Floridia (M5S) su edilizia scolastica a Messina

Edilizia scolastica, stamani tavolo tecnico a Palazzo Zanca
Accordo quadro, dal Ministero le risorse andranno direttamente ai Comuni
La sen. Floridia: «Siamo riusciti a snellire le procedure. Previsto un miliardo per l’antisismica»

8 Settembre 2018
Stamani, a Palazzo Zanca, si è tenuta la prima riunione del tavolo tecnico voluto dal sindaco di Messina, Cateno De Luca, alla presenza del vicesindaco Salvatore Mondello. All’incontro hanno partecipato i rappresentanti regionali e nazionali del Movimento 5 Stelle, tra i quali la sen. Barbara Floridia e il capogruppo all’Ars Valentina Zafarana.
Ad aprire il confronto il tema sull’edilizia scolastica e le condizioni necessarie per la riapertura delle scuole.
«In tema di edilizia scolastica il nostro lavoro è partito lo scorso luglio quando abbiamo presentato un’interrogazione al Ministro Marco Bussetti -ha affermato la sen. Floridia-. La sua risposta è stata immediata. Grazie alle disposizioni contenute nel decreto-legge n. 86 dello stesso mese di luglio sul “Riordino dei Ministeri” sono state velocizzate le procedure -ha spiegato-. Prima la pratica doveva passare attraverso tre Ministeri, adesso soltanto dal Miur. In passato per accedere ai fondi erano necessari circa due anni, adesso sarà questione di pochi mesi. Inoltre, due giorni fa la Conferenza Unificata ha dato il via libera all’intesa sull’Accordo promosso dal ministro dell’Istruzione proprio in tema di edilizia scolastica».
La senatrice ha aggiunto: «L’accordo prevede, tra le altre cose, tempi più rapidi per l’assegnazione delle risorse e pagamenti diretti agli Enti beneficiari dei finanziamenti. Il governo ha intenzione di sbloccare fin da subito risorse per un miliardo di euro per l’antisismica e dare il via libera, già dalle prossime ore, alla programmazione triennale 2018/2020».
Azioni importanti anche nel decreto-legge 91/2018 “Proroga termini”, attualmente all’esame della Camera dei Deputati. «Per quanto riguarda l’adeguamento alla normativa antincendio e la verifica della vulnerabilità sismica il termine è stato prorogato al 31 dicembre 2018 -ha precisato la Floridia-. Spostato, invece, al 31 dicembre 2019 il termine entro il quale il Cipe dovrà rimodulare le modalità di impiego della reperibilità delle risorse per interventi di edilizia scolastica».
E sul tema è intervenuto anche il capogruppo del M5S all’Ars, Valentina Zafarana: «Il governo del cambiamento continua a dare risposte concrete ai problemi più urgenti: la semplificazione e velocizzazione delle procedure per l’accesso ai fondi per le scuole, per i progetti di sistemazione antisismica e antincendio è una risposta che assicura ai comuni siciliani più di 76 milioni cui poter accedere direttamente con proposte progettuali nel prossimo triennio. Inoltre, il ministro ha inteso mettere nero su bianco l’impegno all’individuazione di risorse economiche a fondo perduto per la progettazione. La sicurezza nelle scuole è sicuramente una nostra priorità».

Visite: 314

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI