Il Segretario provinciale FP Uil Giuseppe Adamo sulla sottoscrizione del contratto aziendale all’Asp di Enna

“Come era nelle previsioni, le due riunioni che si sono consumate presso l’Asp, nelle giornate di martedi e mercoledi ultimo scorso, per la sottoscrizione del Contratto Aziendale non hanno portato nessun beneficio e chi ne pagherà le conseuguenze sarà il personale dipendente. Noi non retrocediamo dalla posizione assunta sin dall’inizio della trattativa che oramai si protrae per troppo tempo; tutti gli isitituti vanno valorizzati dalle progressioni economiche orizzontali alle posizioni organizzative nonchè i coordinamenti. Ad onor del vero nella riunione di martedi sembrava che tutte le Organizzazioni Sindacali avessimo trovato una posizione unitaria ma nella riunione di mercoledi tutto è saltato e non si comprende la ragione anche perchè l’accordo unitario era chiaro. Per la Uil Fpl l’applicazione della Legge Brunetta è imprenscindibile, i lavoratori vanno valorizzati in ragione del merito, istituti a valenza economica a pioggia non se ne possono più attribuire. Saremo impopolari ma la nostra posizione è questa. Noi abbiamo chiesto che fasce, coordinamenti e posizioni organizzative devono avere la stessa valenza e ciò non significa, come sostiene qualcuno, che la UIL FPL è contraria alle fasce. Nulla di più falso può essere affermato da chi è sempre stato in malafede rispetto alla posizione contrattuale assunta dalla UIL. E’ arrivato il momento di fare chiarezza in maniera adeguata senza se e senza ma. Ci sono le risorse per soddsfare tutti gli istituti contrattuali ma nel rispetto della Legge. Questo è quanto portato, al tavolo di delegazione, come concetto dalla nostra organizzazione basta leggere i verbali e verificarne i contenuti.
Non ci faranno cambiare idea e porteremo avanti la nostra idea di contratto integrativo aziendale che deve tendere a valorizzare solo ed esclusivamente il merito”.
IL SEGRETARIO GENERALE
GIUSEPPE ADAMO

Visite: 116

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI