Il Segretario provinciale della Fp Uil Giuseppe Adamo su servizio 118

“Per anni, Enna, è stata il fulcro di alcune dinamiche organizzative del 118 “Servizio Urgenza Emergenza Sanitaria”, ma, in questi giorni, invece, si registrano strani movimenti aziendali per depotenziare di competenze l’Ufficio Provinciale a scapito delle provincie di Agrigento e Caltanissetta. Prima lo smantellamento della squadra farmaci operante da maggio 2015 ed un ridimensionamento della squadra operativa, a giorni, sembrerebbe che, i turni, degli autisti soccorritori, saranno fatti da un amministrativo di Agrigento.
Questo è l’ennesimo attacco al nostro territorio a seguito di una probabile decisione dei vertici della SEUS che forti di un nuovo Piano Strategico Aziendale, che ad onor del vero non abbiamo compreso se è stato approvato o meno, perchè a memoria non si ricorda nessun confronto con le Organizzazioni Sindacali a livello regionale, stanno operando dei movimenti che nei fatti indeboliscono la struttura amministrativa ennese. I mal pensanti dicono che sono anche in dirittura di arrivo delle probabili promozioni di alcuni dipendenti vicino all’attuale management, dicitura a cui non crediamo assolutamente in quanto riteniamo indispensabile capire e comprendere su quali basi si fondano tali notizie, ma di certo c’è che gli amministrativi di Enna non hanno pace.
A seguito del passaggio da SISE a SEUS il personale ha già dato, in quanto ha dovuto rinunciare, in sede conciliativa, ad alcune spettanze previste e maturate, in cambio di una nuova proposta di assunzione che avveniva in separata sede rispetto a quella di conciliazione.
Cosa strana, altresì, che tutti nella nuova azienda hanno trovato “destinazione provvisoria” e che lo stesso Ufficio non abbia mai avuto una sua guida locale. Sono stati allocati all’interno di una struttura molto discutibile sul piano della sicurezza poichè trattasi di un ambiente di lavoro molto rumoroso, con basse temperature, con una fotocopiatrice che parrebbe emanare polveri sottili, collocazione dei modem all’interno di una stanza emanando rumori di disturbo.
Insomma una situazione che sta portando il personale dipendente ad un momento di sconforto.
Sarebbe stato più opportuno, invece, attenzionare all’interno del nuovo Piano Strategico Aziendale una definizione della dotazione organica, l’adeguamento dei livelli contrattuali che oramai tutti i dipendenti, autisti soccorritori in primis, attendono da tempo.
Anche un ragionamento sul parco macchine e sulla relativa manutenzione andrebbe fatto.
Della problematica daremo notizie alla classe politica ennese ed in maniera particolare all’Onorevole Alloro, molto sensibile alle vicende della SEUS, quale componente della Commissione Sanità. Chiederemo, con l’ausilio delle forze poilitiche, un’audizione presso la VI Commissione all’ARS con la speranza che venga fatta chiarezza su determinati atteggiamenti”.

IL SEGRETARIO GENERALE UIL FPL ENNA
GIUSEPPE ADAMO

Visite: 374

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI