Il pugile azzurro Supemassimo Guido Vianello a Enna “A Tokio per un Podio”

Cercare di arrivare più in fondo possibile nel cammino e magari arrivando anche a medaglia alle prossime Olimpiadi di Tokio. E’ questo l’obiettivo primario per il “gigante buono” Guido Vianello, pugile romano di 24 anni, categoria supermassimo (oltre 91 kg) che in questi giorni si trova a Enna sotto le cure dello studio Fisioproject del posturologo ennese Piero Tamburo che tra l’altro ha seguito e continua a seguire altri pugili di assoluto livello tra tutti Clemene Russo. Guido a dispetto della sua giovane età vanta già una partecipazione ad una Olimpiade a Rio De Janeiro anche se nel suo curriculum ha anche tanti altri importanti risultati sia a livello nazionale che internazionale. Ma il perchè è venuto a Enna lo spiega lui stesso. “Avevamo già concordato con Piero di fare una settimana di “reset” fisico completo senza pugilato – dice – dalla testa ai piedi e questo stiamo facendo. Abbiamo tolto dei blocchi che avevo sull’anca e altro ancora e posso dire che abbiamo fatto un buon lavoro e sono pronto per i prossimo impegni sin da gennaio”. Il lavoro che abbiamo fatto e che stiamo continuando a fare è finalizzato a migliorare l’intelligenza motoria – ci spiega Piero Tamburo – stiamo lavorando su dei blocchi funzionali che si erano venuti a creare. Un lavoro di reset per migliorare la funzionalità e velocità”. Ma quanti sono ancora i margini di miglioramento di Guido? “A mio modesto parere Guido ha lavorato sempre a non più del 70 per cento delle sue potenzialità – continua Tamburo – quindi i suoi margini di miglioramento sono ancora notevoli, anche perchè Guido è un atleta che si sta dedicando in modo maniacale a questo lavoro cercando di non lasciare nulla al caso”. Quindi un lavoro importante quello che sta facendo Guido Vianello sopratutto in prospettiva dei suoi prossimi impegni. “Sicuramente il più importante obiettivo è quello delle Olimpiadi – conclude Guido in prospettiva del passaggio tra i professionisti. Anche se per raggiungere questi obiettivi si deve lavorare sodo e duramente”.

Visite: 1297

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI