Il Parco Minerario Floristella aderisce alla Giornata nazionale delle Miniere

Il Parco Minerario di Floristella Grottacalda che ricade tra Enna e Valguarnera, ha aderito alla F@AMU (Giornata Nazionale delle Famiglie al Museo) di domenica prossima. L’evento ha ricevuto quest’ anno il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura, del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT), del Ministero dell’Economia, dell’ICOM, dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio mondiale Unesco, e della Rai. L’iniziativa promossa dall’Associazione Famiglie al Museo, nasce oltre un anno fa con lo scopo di avvicinare i bambini alla cultura museale dedicando una giornata in cui poter visitare i musei, fondazioni ed esposizioni temporanee, in modo speciale con tutta la famiglia. Il Consiglio di Amministrazione dell’Ente Parco presieduto attualmente dal Vice Presidente Sebastiano Vetri, ha voluto aderire all’iniziativa proponendo un programma in linea con le finalità didattiche e culturali dell’Ente coinvolgendo le realtà associative locali come Valguarnera in Arte che con i propri artisti curerà le mostre all’interno di Palazzo Pennisi, e le attività ludico ricreative, la Lega zolfatai di Piazza Armerina che con i suoi instancabili zolfatai, testimonianza della memoria storica della Miniera di Floristella, accompagneranno i visitatori fra i resti di archeologia industriale. Il tema conduttore di quest’anno della F@Mu da cui i musei potranno trarre ispirazione per l’organizzazione delle proprie attività didattiche è il Filo di Arianna che diventando il simbolo intorno a cui far ruotare tutte le attività della Giornata unirà idealmente tutti i musei aderenti, Alle visite guidate saranno, altresì, presenti Salvatore Trapani (primo presidente del EPMFG) ed Enzo Puglisi, sindacalista dell’epoca, che contribuiranno ad arricchire la visita attraverso il racconto delle loro esperienze personali di momenti vissuti in miniera. Il programma prevede inoltre altri momenti di intrattenimento attraverso proiezioni di documentari sulla storia mineraria e gli uomini di Floristella, musiche a tema e interviste, a cura di Rde (Radio Dimensione Enna). Uno sforzo organizzati non indifferente quello che sta compiendo l’Ente Parco Floristella dove tra l’altro il personale, una ventina di unità in tutto proveniente dall’immenso bacino dei precari non percepisce lo stipendio dalla Regione dallo scorso mese di marzo.

Visite: 513

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI