Il “Mago” della matita Lucio Vulturo ai giovani “Non rinunciate ai vostri sogni”

Credere nei propri sogni sino a quando questi non si avverino. E’ l’esortazione che l’artista ennese Lucio Vulturo lancia alle nuove generazioni affinchè anche in momento difficile portino avanti le loro idee ed i loro sogni sino a quando questi non si avverino. Sessantotto anni, fine ritrattista e paesaggista, Lucio che tiene a sottolinearlo è un autodidatta, da diversi anni sta vivendo una sorta di “seconda giovinezza” che lo vede impegnato in diversi settori dell’arte visiva. Ultima in ordine di tempo quella della fotografica dove insieme ad un gruppo di amici con cui ha costituito la “Pentaprisma” lo trovi presente con pettorina da “fotoreporter” in tutte le manifestazioni ed eventi, siano esse culturali, che sportive, che di spettacolo. “Anche se la mia passione nella fotografia è quella di immortalare la natura – spiega. Ma la sua vera arte “l’oro” che gli esce fuori dalle mani è quella dei ritratti di volti in chiaro scuri con la matita, anche se sono tanti altri i temi che riesce ad immortalare sulla carta con la matita. Lucio fine artigiano anche nella sua vita lavorativa ha sempre perseguito i propri sogni. “Sono nato vetraio – racconta – ma la passione e l’estro per il disegno l’ho sempre avuto tanto che già alle scuole elementari vinsi un premio di 5000 Lire per avere partecipato ad un concorso. E così negli anni quando ho potuto e trovato il tempo per poterlo fare ho sempre disegnato. Dopodichè un giorno decisi che anche se non avevo mai fatto questo mestiere, di chiudere l’esperienza con l’attività di vetraio (anche se sempre svolta con un lato artistico) e cimentarmi in una nuova avventura del tutto sconosciuta come quella delle insegne luminose. E grazie a Dio mi è andata bene dandomi tante soddisfazioni sino ad arrivare alla pensione otto anni fa”. Da quel momento per Lucio avendo tutto il tempo per poterlo dedicare al suo vero “amore” si aprono nuove prospettive professionali che gli stanno regalando tante soddisfazioni anche se lui tiene a precisare che non si tratta di un lavoro ma rimane una passione che però lo impegna non poco. “Proprio così – spiega – quando mi chiedono di realizzare dei ritratti mi prendo sempre diversi giorni perché devo anche avere il tempo per trovare il momento favorevole di ispirazione. Non faccio mai dei lavori tanto per farli. Non lascerei soddisfatto chi me lo ha chiesto ma soprattutto non lascerei soddisfatto me stesso”. Dalle sue mani e la sua matita sono passati tutti volti più noti della città, da imprenditori, personaggi del mondo del teatro, musica e quant’altro. “Ho fatto tante altre cose ad esempio con Sebastiano Occhino ho collaborato per diversi progetti sin dai tempi della sua esperienza a Sanremo – continua nel suo racconto – ma posso dire di ritenermi fortunato perché ho avuto il piacere e l’onore di immortalare la maggior parte dei personaggi più noti della città in diversi campi”. E da buon artista Lucio non chiude la porta a nessuna nuova esperienza. “Non mi tiro mai indietro a nessuna nuovo progetto che mi propongono – conclude – mi piace e mi affascina mettermi sempre in discussione. Come ho fatto con la fotografia, un’altra mia passione ma che non ho mai avuto il tempo giusto per curarla ed a cui invece ultimamente sto dedicando tempo con grande piacere anche perché mi sta dando la possibilità di conoscere tante nuove persone. Tanto per fare un esempio io con il calcio non ho mai avuto un rapporto particolare. Oggi seguendo l’Enna ne sono diventato un accanito tifoso”. Viviamo un momento difficile dove tanti giovani in svariati settori anche avendo un innato talento hanno paura a “buttarsi” per il timore di fallire. Che consiglio ti senti di dare a loro. “Di fare come ho fatto sempre io e come continuo a fare – conclude – ovvero di credere nei propri sogni con tenacia ed ostinazione. Credeteci con tutto il cuore e vedrete che i vostri sogni si realizzeranno”.

Visite: 1382

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI