Il Gelato Monsù vola al Sial di Parigi

Palermo, 16 Ottobre 2014 – Il più grande salone agroalimentare al mondo festeggia tra pochi giorni il suo 50° compleanno e in questa occasione si veste a festa. Monsù non poteva mancare all’importante appuntamento allestendo il proprio stand presso il Parc des Expositions al Pad. 6, posizione K 122.

La piccola azienda palermitana vuole sfatare il mito del consumo estivo del gelato e si presenta, alle porte dell’Inverno, con l’intero portafoglio prodotti, puntando ovviamente più che su sorbetti e granite siciliane, sulla promozione dei cremosi gelati, interpretati come vere proposte da dessert. Il gelato al cannolo siciliano, fatto con vera ricotta, e il cioccolato con croccanti gocce di cioccolato di Modica diventano in questa occasione cavalli di battaglia, ma anche i gusti che nascono dalla frutta secca siciliana, come il pistacchio, la nocciola o la mandorla, verranno offerti ai visitatori e con l’occasione suggerite insolite combinazioni d’assaggio: con torte tipiche, dolci o panettoni, meglio ancora se valorizzati dal contrasto caldo-freddo (ad esempio, un panettone al forno ripieno di gelato alla mandorla, come suggerisce una delle schede di ricette sul sito Monsù www.monsu.it).

La Manifestazione, che ha cadenza biennale, è dedicata alla distribuzione professionale, al commercio di generi alimentari e a tutte le innovazioni nei prodotti dell’industria alimentare, compresi i vini e le bevande.
Il Sial rappresenta, alternativamente alla Fiera Anuga di Colonia (biennale negli anni dispari), l’appuntamento da non perdere per le aziende del settore agroalimentare. Ad Anuga, nel 2013, Monsù aveva fatto il suo esordio internazionale, guadagnandosi anche un articolo a tutta pagina nella sezione “Wirtschaft” (Economia) del Sueddeutsche Zeitung.
Secondo dati ICE, nel 2012 il valore complessivo delle esportazioni agro-alimentari italiane è ammontato a 28.615 milioni di Euro, evidenziando un incremento in valore del 5,1% rispetto all’anno precedente; un trend positivo confermato anche nel primo semestre 2013 con 14.343 milioni di Euro. L’Unione Europea, con 19.079 milioni di euro (+2,9%), si conferma il principale mercato di sbocco dei prodotti agroalimentari Made in Italy. La Francia, in particolare, con 3.418 milioni di euro (+5,0%), si conferma il secondo mercato di sbocco – subito dopo la Germania – per le esportazioni agroalimentari nazionali.
Con la partecipazione all’edizione 2014 del SIAL di Parigi Monsù vuole consolidare la sua posizione nel mercato francese, con il quale ha da poco iniziato a lavorare, e ricercare nuovi contatti per sviluppare la distribuzione all’estero. Per il momento, l’azienda opera, oltre che nel Sud Italia, anche in Germania, Francia, Slovenia e Texas.

Visite: 541

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI